BALLERS – PILOT – MAI GIUDICARE UN SERIAL DALLA COPERTINA

Sarà che il cinema gli stava stretto ma ora Dwayne Johnson [meglio noto come The Rock] si dà alla televisione e lo fa con una serie che sembra tutto ma invece no.

Confusi? Eh bravi, pure io.

ballers-poster

Batti pugno!

A giudicare dal trailer e dalle varie immagini promozionali sembrava scontata la strada che la serie avrebbe intrapreso. Abbiamo il granitico The Rock, la comicità di Rob Corddry, abbiamo il football a stelle e strisce e la Miami fatta di party sulla spiaggia e ragazze perennemente in bikini. Un serial per maschi quindi, con i classici argomenti da macho ingrifato.

E invece no.

Perché The Rock appare molto più pacato e composto del solito, quasi al limite della depressione, perché il personaggio di Corddry è più cinico che simpatico, perché il football non lo vediamo neanche di striscio se non per un paio di flash-back e i festini da livin la vida loca….no ok, quelli ci sono. E anche le ragazze mezze nude. MA, non sono al centro della storia.

ballers-the-rock-corddry

Ma allora che cazzo di serie è?

Il fatto [lodevole visti i nomi coinvolti] è che nessuno era intenzionato a fare un serial testosteronico incentrato sulla roba che piace a noi maschietti come possono essere le ragazze o lo sport. Le intenzioni di Stephen Levinson [ideatore della serie] e The Rock [qui in veste anche di produttore] sembrano essere quelle di raccontare la decaduta degli “eroi sportivi“, di quelle figure pieni di soldi, ragazze e belle auto che un giorno nonostante la giovane età si svegliano e si ritrovano “in pensione” [cosa che accade in quasi ogni sport fisico] e a dover ripianificare totalmente la loro vita.

Come recita la tagline: “Legends don’t retire. They REINVENT“.

Cosa succede quindi quando un giocatore di football non può più giocare a football? Sono tre le storie [e quindi i personaggi] che cercano di rispondere a questa domanda:

  • Spencer Strasmore [The Rock]: uomo tormentato e lungimirante [caratteristica molto rara a quanto pare tra i giocatori di football…almeno questo è quello che traspare] che cerca di reinventarsi come consulente finanziario sfruttando le sue vecchie conoscenze nonché i suoi vecchi colleghi della palla ovale. Sarà un po la guida tra i giocatori che cercano di sopravvivere al pensionamento;
  • Charles Greane [Omar Benson Miller]: meno furbo di Spencer e meno carismatico di Ricky. Charles è quello che più di tutti fatica ad adattarsi visto che si ritroverà dimenticato dai fan, snobbato dalle ragazze e dai datori di lavoro, ma sembra anche quello più “umano”, quello più propenso a farcela vista la sua relazione stabile e il suo entusiasmo nel trovare un impiego lontano dai riflettori;
  • Ricky Jerret [interpretato dall’ex giocatore di football John David Washington]: la testa calda, l’impulsivo e il più infantile del gruppo. Al contrario dei due sopra Ricky non è ancora in pensione, è riuscito a trovare una squadra ancora disposta a farlo giocare a costo di mettere la testa a posto, cosa non facile e che lo metterà in bilico tra i riflettori del campo da gioco e l’oblio condiviso dai suoi compagni.

La storia girerà intorno a questi tre personaggi quindi, alle loro carriere finite [o quasi finite nel caso di Ricky] e alle loro nuove vite.

Il pilot è abbastanza lineare, non ci sono momenti esaltanti ma neanche momenti terribili [giusto un paio di momenti moscietti]. Una scena degna di nota è il dialogo tra il saggio Spencer e il pirletta Ricky, un monologo di The Rock che descrive appieno lo stato d’animo [e lo status quo] di questi ex giocatori di football che penso e spero rimarrà al centro dell’intero serial.

ballers-football-2

Trasmesso negli USA dalla HBO [che ormai è una mezza garanzia] e in Italia su Sky Atlantic [dove c’è solo roba di qualità] BALLERS potrebbe rivelarsi davvero un piccolo gioiellino! Una seconda stagione è già stata pianificata e nonostante il pilot non mi abbia fatto gridare al miracolo credo che meriti fiducia visti gli argomenti trattati e i nomi dietro la produzione [oltre The Rock troviamo Peter Berg e Mark Wahlberg].

Il mio consiglio ovviamente è di non farvi ingannare dal trailer stile video musicale di Pitbull con soldi, auto, donnine e l'”Hey Mama” di Nicki Minaj in sottofondo, già da questo primo episodio si assiste ad una storia seria con dei personaggi solidi e un’atmosfera tutt’altro che goliardica.

Spero ovviamente di non sbagliarmi!

Annunci

23 thoughts on “BALLERS – PILOT – MAI GIUDICARE UN SERIAL DALLA COPERTINA

  1. Se anni fa, ai tempi de Il Re Scorpione ad esempio, qualcuno mi avesse detto che Dwaine/The Rock sarebbe diventato un buon attore avrei sinceramente riso. Ora, al netto di questa quindicina di anni che è passata posso dire che magari no, non è diventato il nuovo Sean Connery ma quantomeno lo metto ad un buon punto nella classifica dei “fisicati”. Diciamo più o meno a parimerito con Vin Diesel 😀

    Liked by 2 people

  2. Malgrado io sia abbonato Sky, mi unisco a lapinsù nel dire che non avrei mai nemmono registrato questa fiction se non avessi letto questa tua recensione… tra l’altro capita a fagiolo con un pezzo che sto scrivendo sullo sport nel cinema…
    Sei sempre una lettura interessante canide Pizza the Hutt…

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...