MASHA E ORSO: RECENSIONE [E IL PERCHÈ IN CASA NON POSSO GUARDARE ALTRO]

Ok…forse è meglio darvi prima qualche spiegazione.

Dicono che un figlio ti cambi la vita, quello che non ti dicono è che te la cambia anche se non è figlio tuo!
Io non ho pargoli, nel caso ve lo stiate chiedendo, da un po di tempo a questa parte però [precisamente da un anno e mezzo] c’è una nanerottola, figlia di my sister, che bazzica spesso e volentieri in casa mia, una piccola peste di nome Noemi ma più conosciuta come Bébe [con l’accento sulla prima é….lunga storia, ve la racconto n’altra volta].

La suddetta si è appropriata poco a poco dello spazio in casa [giocattoli seminati un po ovunque], della dispensa [piena delle sue cibarie tra cui i buonissimi biscotti Plasmon che ogni tanto che ve lo dico a fare, ne rubacchio a colazione], di lavatrice e stendino [ci sono sempre i suoi vestitini che quella bimba a più cambi abito della Barbie] e ovviamente della televisione.
Con la tìvì monopolizzata dalla nanetta, mi si è aperto un vastissimo mondo su un’infinità di meenchiate animate del nuovo millennio, coloratissime e pedantissime opere come “DOTTORESSA PELUCHE”, “VITA DA GIUNGLA ALLA RISCOSSA” e “IL TRENO DEI DINOSAURI”.
Tra tutti questi capolavori dell’animazione seriale moderna, ce n’è uno in particolare di cui la Bébe va matta, un prodotto russo ispirato da una storiella folkloristica sovietica che in poco tempo ha fatto il giro del mondo invadendo gli schermi dei televisori delle neonate famiglie: “MASHA E ORSO” [“Маша и Медведь” nel caso parliate russo…io no].

Ora, in quanto zio figo e pieno di risorse non ho potuto non scaricare l’intera serie [in HD con tanto di doppia lingua e sottotitoli…se faccio una cosa la faccio alla grande] in modo che potesse essere vista a oltranza dalla piccina.
Lei è felicissima [in realtà gi basta ascoltare la sigla per andare in estasi ma tant’è], il clima familiare ancora di più, l’effetto collaterale però è che a quest punto conosco le puntate della serie a memoria con tanto di battute e canzoncine annesse.

Come sfruttare allora questo mio nuovo e ingombrante ma illustre bagaglio culturale se non scrivendo qualche belinata sul bloggerino?
Che in realtà avevo molto di meglio da fare, ma ormai siamo in ballo quindi dai…

VI PRESENTO ORSO

Orso

Orso è un orso [e questa era facile] che vive in una bellissima casa in mezzo ad un non ben precisato bosco.
Definirlo semplicemente orso però sarebbe molto riduttivo. Egli infatti è più una specie di Santo in terra, una creatura di rara gentilezza e di innata cultura.
Passa le giornate a leggere romanzi e fare giochi di enigmistica sorseggiando sempre il suo amato tè caldo che prepara col suo samovar [tradizionale pentolone metallico a forma di coppa usato nei paesi slavi].
Quando non è in tento a leggere, Orso si dedica al suo orticello in giardino che cura con tanto amore e passione. Altri interessi di Orso sono la cucina, la pesca e i lavoretti manuali, il nostro è infatti un abile pittore, scultore, carpentiere nonché musicista.
In quanto ex orso da circo in pensione tra l’altro possiede anche delle abilità circense che usa per deliziare i suoi ospiti con spettacoli di giocoleria, clownerie, e giochi di prestigio.

masha-e-orso-dama

La compostezza

Se fosse un uomo sarebbe un marito perfetto: cucina, pulisce casa, tiene in ordine il giardino e sa riparare qualsiasi cosa [e soprattutto non parla], ma Orso è prima di tutto un’anima buona mandata in terra probabilmente da Dio in persona per incarnare tutto ciò che di bello e buono c’è a questo mondo.
Più maturo di Yoghi, più intelligente di Winnie the Pooh e per fortuna meno inquietante dell’Orso della Grande Casa Blu, il solo scopo del nostro Orso è quello di vivere in pace, di godersi il meritato riposo dopo la sua lunga carriera circense e di affrontare la pensione alimentando al sua cultura con i libri e dedicandosi agli altri e al suo amato orto in cui coltiva pomodori, carote e dove tiene anche numerose arnie per il miele [si, Orso è anche apicoltore].

Purtroppo i giorni felici sono destinati a finire.

hamster-stare-down

Un’agente del caos, un avatar della disgrazia, un soldato del male viene infatti mandato per minare la perfetta esistenza e la felice vita degli animaletti del bosco.
Una creatura aberrante fatta della stessa sostanza di cui sono fatti gli incubi, un costrutto alto tre mele o poco più forgiato dal fuoco dei sette peccati e dalle anime erranti che vivono nei gironi più profondi dell’inferno, una disgrazia dagli occhi di ghiaccio e dalla rista agghiacciante che risponde al nome di…

MASHA

masha

Il volto del male!

Dietro il faccino e la frangettina biondina di questa bambina, si cela un demone del caos!
Tutti gli animali tremano al suo passaggio nascondendosi dove possono come si può vedere in questo video [il maialino addirittura rischia di annegare in una pozza di melma pur di non farsi trovare da Masha]. Questo incubo dagli occhietti azzurri decide quindi di sfogare la sua brama di distruzione e di anarchia verso il nostro eroe martire Orso che con la saggezza di Gandhi e la pacatezza del Dalai Lama tenta in tutti i modi di ferma questa mina vagante….fatica sprecata!

A suon di “giochi con me orso, giochi con me orso” [ritornello satanico presagio quasi sempre di sventura] Masha si insinua nella vita dello sventurato Orso mandando giornalmente a putt***e tutti i suoi piani sia che decida di fare un viaggio che di cucinare dei dolci o anche solo starsene a casa tranquillo a guardare la tv…tutto inutile! Il tornado Masha manderà all’aria la vita del povero amico irsuto rompendogli l’anima e distruggendogli letteralmente la casa in scene di distruzione ed esplosioni che in confronto Michael Bay nasconditi!

masha-e-orso-ristrutturiamo

Nel corso delle varie puntate [una cinquantina di episodi divisi in tipo 2 stagioni] la biondina dal cappuccio fucsia abusa degli animali del bosco come fossero ninnoli, tiene testa ai due lupi zingari che vivono dentro un’ambulanza [che verrà distrutta in più di un’occasione] e ferma i treni con la sola forza della rompipallaggine. Per la salvezza di tutti Orso si prende carico [suo malgrado] della piaga dagli occhi blu cercando addirittura di educarla! E forse dico forse un briciolo di speranza c’è, di tanto in tanto un raggio di luce si intravede nel cuore nero della figlia del demonio.

948200

Notare la totale assenza di empatia di Masha nei confronti del visibilmente stravolto Orso…

Nonostante continui imperterrita nella sua campagna verso l’estinzione del quiete vivere tra gli animali del bosco, in sporadiche occasioni Masha ha dimostrato un minimo di umanità. Sarà l’influenza di Orso, sarà che in fondo in fondo [ma proprio in fondo IN FONDO] c’è un briciolo di bontà in lei o sarà che la distruzione di massa alla lunga annoia.

Non lo sappiamo, ma invero gli Dei mi sono testimoni, nel corso della serie Masha comincia a comportarsi bene, a capire quando sbaglia, addirittura a chiedere scusa ed aiutare Orso!
Come quando cerca di far innamorare Orsa di Orso [di cui è segretamente cotto], quando cerca di curare Orso quando è malato [che in realtà non è veramente malato ma quel che conta è il pensiero] o ancora nell’episodio in cui prende in ostaggio Pinguino l’amico/figlio di Orso che vive in Antartide!
Involontariamente [ma ci crediamo?] Masha monopolizza il povero Pinguino impedendo così ad orso di passare un po di tempo con lui….MA, Masha si rende conto del torto fatto e una volta compreso il suo errore cerca di far riavvicinare i due amici. Magari nel modo meno convenzionale possibile [comincia a bombardare a morte Pinguino con palle di ghiaccio costringendolo a chiedere aiuto ad Orso che tempestivamente si getta in soccorso del piccolo uccello in smoking] ma è pur sempre una buona azione e lei è pur sempre Masha….è già tanto che non l’abbia murato vivo in casa di Orso.

masha-e-orso

COMMENTO (SEMI)SERIO: Sapevo che i russi erano bravi a fare la vodka, a sfornare atleti di pietra e modelle da sogno, al massimo super spie sovietiche ma non avevo la minima idea che sapessero fare i cartoni animati.
E belli per di più!

Perché battute a parte, le disavventure del povero Orso e della apocalittica Masha sono un bellissimo spettacolo per i bambini! Non è un cartone animato in 2D disegnato male con protagonista un maiale storto, io non mi intendo di bambini ne tanto meno di psicologia infantile, ma diamine preferirei diecimila volte che mio/a figlio/a si guardi un divertente cartone tra l’altro realizzato benissimo dallo studio Animaccord [ma altissimi livelli ragazzi, non scherzo! Ambientazione, pelliccia, espressioni del viso…non mi ero reso conto di quanto si fosse evoluta la tecnologia animata anche sul piccolo schermo] piuttosto che un cartone scemo con protagonista una “scrofa antropomorfa” [cit.Wikipedia].

In MASHA E ORSO c’è divertimento, amicizia, famiglia, educazione, ho letto da qualche parte che il cartone può essere visto come una metafora di ciò che accade in una famiglia quando arriva un pargolo. Il fatto che nella tua esistenza arrivi un uragano alto meno di un metro cambiandoti per sempre l’esistenza ma soprattutto la tua quotidianità…questa è la storia di Masha che entra nella vita di Orso ma anche la storia di un bambino o di una bambina che entra nella vita di un genitore [o nel mio caso, di uno zio 🙂 ].

masha-e-orso-libro

Sentimentalismi a parte, il cartone ha spopolato in Russia e sta conquistando ora il mondo intero! Dalla serie sono nati due mini spin-off: MASHA’S TALES e MASHA’S SCARY TALES [qui da noi mai arrivati].
Per giunta, approfittando del boom, nel periodo natalizio Masha e Orso arriveranno anche al cinema con uno spettacolo evento che in realtà non saranno altro che le nuove puntate della nuova stagione ancora inedita in Italia [ma che dovrebbe arrivare nei primi mesi del 2016…ma quante ne so?].

Non dico che dovreste guardarlo perché dai, il target è quello che è…però se avessi dei bambini glielo farei vedere di sicuro! La Bèbe me lo sta facendo vedere a nastro e ancora non mi ha dato la nausea e già questo è un buonissimo metro di misura per uno spettacolo per bambini [avete provato a vedere i Teletubbies per più di 5 minuti? Roba da meditare il suicidio], anche se ormai ho il cervello saturo delle canzoncine e delle battute di Masha, ma oh, per mia nipote questo ed altro!

E comunque sempre meglio di Peppa Pig.

Ciao!

masha-e-orso

Annunci

16 thoughts on “MASHA E ORSO: RECENSIONE [E IL PERCHÈ IN CASA NON POSSO GUARDARE ALTRO]

  1. In quanto padre di una bimba di 2 anni, ovviamente io anche io sto soccombendo a Masha e Orso.
    Fortunamente la mia Chiara (per ora) si limita a Masha e Orso e a Curioso come George, evitando quella piaga per l’udito e l’umore che si chiama Peppa Pig. Speriamo che duri…
    Devo confessare che, nonostante le sappia a memoria, anche a me capita di vedere con divertimento le gag tra Masha e l’amico Orso. Questa, nello specifico, è la mia preferita: una sequenza da OSCAR!!!

    Liked by 1 persona

  2. Complimenti, ottima analisi, e ti assicuro che se da zio l’esperienza è tollerabile, da papà diventa una prolungata convivenza forzata. C’è da ammalarsi davvero… tanto tuo figlio poi ti dirà, con la voce e la cadenza del piccolo terminator post-sovietico: “Ieri eri malato, oggi sei malato… ma non guarisci?”

    Liked by 1 persona

  3. Masha e Orso sono ottimi, anche se ho sentito dire (da genitori di pargoli di anni compresi tra 2 e 4) che agita un po’ i bambini e che certe tv europee lo stanno togliendo. Pazzi. Se vuoi variare argomento ma mantenere molto alto il livello di sopportabilità per l’adulta persona, ti consiglio Shawn the sheep, se si scrive così. Lo fanno su Rai yoyo o simili, nelle 18/18:30. Irlandese, non parlano, si muore dal ridere. Lo guardo anche io quando ciondolo a caso senza meta in casa. E nn ho figli. Né nipoti. Provare per credere! Ciao!

    Liked by 1 persona

    • Credo che guardi anche Vita da Pecora, credo che gli facciano veder un po di tutto in realta! Però negli orari in cui sta a casa mia purtroppo [o per fortuna] trasmettono sempre Masha e Orso 😀 e un cartone con un coniglietto e altri animaletti fatti di cotone di cui non ricordo il nome…

      Liked by 1 persona

  4. Tre livelli di lettura e di analisi, neanche fossi l’ultimo romanzo di Umberto Eco… (solo il meglio per il fido amico Conte Dooku Dog)…

    Primo Livello: il testo e la forma.

    Ancora una volta un pezzo di giornalismo frizzante, illuminato da alcune acrobazie linguistiche e lessicali da puro funambolo (tutta la descrizione della pestifera Masha è una elisse in crescita di aggettivi, metafore e sineddoche davvero spettacolari), un piacere letterario, una gioia anche solo ascoltato mentre lo legge un altro: oggi è quello che io e mia moglie abbiamo fatto, mentre lei scorreva sul pad il tuo articolo ed io ridevo e pensavo.

    Secondo livello: l’oggetto ovvero l’animazione per bambini

    Lungi da me veicolarti altri ricordi e altri pistolotti sul mio bagaglio di conoscenze in campo di animazione, ma come avrai intuito sia dai miei commenti in giro per WP, sia dai miei post, l’animazione i generale è tenuta molto in considerazione in questa casa, anzi…kasa… (battuta di merda, ma tant’è!).
    La cosa affascinante è che tu non ti sei preso l’ardire di pontificare con graduatorie di beltà su quel film o quella serie, ma hai voluto solo puntare lo spot sia su un cartone animato in particolare, di cui sei venuto a conoscenza quasi per imposizione, sia sul fenomeno dell’animazione per bambini in generale, argomento su cui in genere c’è il più totale silenzio, in osservanza a banali leggi di mercato, per cui un cartoon è bello anche in base al merchandising collegato (appiattimento totale dei gusti dell’infante) o all’opposto si cerca di propinare ai bambini insopportabili filastrocche fuori del tempo ma consigliate da qualche giornalista rinko-minkia post radical-chic.
    Masha e Orso l’ho visto qualche volta: ovviamente non è il mio target ed inoltre ho un figlio adolescente, quindi la cosa è finita lì, ma concordo sull’apprezzamento e sulle considerazioni (stupore) per i progressi raggiunti dall’animazione 3D anche in campo toons prima infanzia.

    Terzo livello: i commenti ovvero un mondo piccolo

    Siamo noi, i post-nerd, i bambini cresciuti ed anche un po’ sperduti, che credono nelle fiabe e nell’horror, che distinguono sempre il sacro dal profano, ma amano sporcarsi con il fango, che sanno che gli Uffizi sono un bene dell’umanità ma anche il Comic-On di San Diego non scherza, che quando si è zii si è anche un po’ cavalieri Jedi con il proprio padawan ed eccoli tutti spuntare, giovani e vecchi, nello spazio commenti ed è un grande sorriso quello che si vede tra i tuoi lettori, perché l’animazione è figa, tutta, da Toy Story a Pinocchio, dai Pokemon (ecco quelli no, ma si dai anche quelli, che se non mi passi quelli allora devo parlare delle Blayblade ed allora sono dolori perché arriva la neuro…) a Miyazaki.

    Ora mi fermo perché avevo poco tempo ed è stato bello passarlo con te ma è comunque e finito.

    Liked by 1 persona

    • Grazie maestro Kasa [tra l’altro a proposito di Guerre Stellari, non mi hai mai detto come mai hai il senatore Palpatine come immagine profilo!].
      In realtà ho iniziato a scrivere questo post per scherzo, perché sono accidentalmente diventato esperto di Masha e Orso e mi sembrava divertente scriverci qualcosa [ormai seguo più Masha e Orso che le mie serie], però come hai detto tu la cosa mi ha permesso di pensare a dei prodotti appartenenti ad un target che ovviamente non seguo ma che negli anni ha fatto passi da gigante sia a livello tecnico che drammaturgico [se così si può chiamare].
      Incredibile quello che ti fanno fare i bambini 🙂

      Liked by 1 persona

      • Ho sempre avuto dei “cattivi” come avatar, un po’ perché sono spesso affascinanti ed un po’ perché mi piace fare dell’ironia sulla superficialità con cui anche i cattivi della vita reale sono trasformati quasi in fiction… su Whatsapp, ad esempio, il mio avatar è il dittatore della Corea, persona nefasta nella vita reale, ma che appare nei media (ipocrisia mediatica) come un cattivo di Dragonball…
        Palpatine… Amo il franchise di Star Wars, il primo vero grande blockbuster di sci-fi ed anche l’affrancamento di tutto il genere al mainstream più sfrenato… ed ovviamente odio (e non gli perdono) i suoi difetti (gli Ewoks che sconfiggono un’esercito imperiale, descritto come la copia stupida di nazisti stupidi negli stupidi film di guerra, Jar Jar e la seconda Morte Nera e potrei continuare, come dice anche LupoKattivo, con gli stupidi droni della trilogia prequel etc. etc.)…
        Tuttavia ho salvato molte delle cose anche della nuova trilogia, perché Padmé Naberrie Amidala è bellissima, con abiti meravigliosi, espressioni impeccabili (nella recitazione di una Natalie Portman che in quanto a recitazione e fascino si mangia tra due fette di pane l’insulsa e scadente Leia/Leila Carrie Fisher…), ma soprattutto sono tra quelli che ha amato tutta la parte così alla Asimov (usum delphini) dell’ascesa del senatore palpatine ed il suo essere segretamente Darth Sidious…
        Il mio avatar su WP è quindi un omaggio al mainstream, ad una certa caratterizzazione semplificata che pur nella sua linearità non è mai davvero stupida.

        Su Masha & Orso, ho già detto quanto apprezzo il tuo volgere lo sguardo ad un genere per lo più trascurato.

        Liked by 1 persona

      • Scusa, ma dopo “Natalie Portman” non ho capito più nulla XD
        È più forte di me, il solo pensiero mi sconquassa il cervello! E il sangue. E il cuore. E un po tutto il resto….

        Comunque grazie della risposta, era una curiosità che mi portavo dietro da un po 😉

        Liked by 1 persona

      • Assolutamente! Il Senatore Palpatine è un grandissimo villain!
        Anche Lex non è male [dipende da quale incarnazione si sceglie] ma dovendo scegliere un cattivo è già apprezzabile non vedere il solito Joker! Nulla contro Mr J eh, però insomma, alla lunga diventa banale 😀

        Liked by 1 persona

  5. Pingback: Ai miei cari amici follower… BackToTheBlog cambia casa! – Back to the Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...