IL PRIMO TRAILER DI CAPTAIN AMERICA: CIVIL WAR – ROBA BELLA

Te ne stai tranquillo a casa a fare colazione, pronto ad affrontare il freddo glaciale di Milano e a sfidare le intemperie della strada che porta alla metro per andare a lavoro, pensi a quello che devi fare, pensi un po ai fatti tuoi, pensi che hai finito di vedere JESSICA JONES già da due giorni e ancora non hai buttato giù due righe per la recensione [alla fine ce l’ho fatta, eccola].

Insomma una mattinata come tante quando all’improvviso leggi la notizia che i due guaglioni del Marvel Cinematic Universe Captain Evans e Robert Downey Stark sono stati ospiti da Jimmy Kimmel quando BOOM ti hanno regalato il primo trailer!

E…no no, prima gustiamocelo assieme:

Per chi vive sotto i sassi e non ha mai usato google, si sappia che il terzo film dedicato al capitano a stelle e strisce sarà una sorta di Avengers 2.5 [checché ne dicano i fratelli Russo] con molti eroi nel cast e ispirato ad un cross over a fumetti che ha stravolto un po tutto l’universo fumettistico Marvel dell’epoca [si parla del 2006, non del giurassico] e le dinamiche di molti personaggi.

MA come qualsiasi persona che possiede un minimo di senso logico sa, il film non sarà un copia e in colla del fumetto per così tanti motivi che non sto neanche ad elencarli.

Eh, ma Civil War parlà di una guerra per le identità segrete! Nei film le identità segrete non ci sono quindi sarà una merda!
No, alla base del fumetto di Mark Millar c’è la “legge della registrazione dei superumani“, ovvero una legge che obbliga a chiunque possieda superpoteri o superabilità a lavorare per il governo. Abbandonare la propria identità segreta è solo una conseguenza [di fatto nella faida prenderanno parte anche i Fantastici 4 e altri eroi che NON hanno identità segrete], così come ricevere ordini su chi combattere o dove operare.

Eh, ma la parte più importante della storia è quando spider-man si toglie la maschera in pubblico, e questo nel film non ci sarà e quindi sarà una merda!
No, Spidey che si toglie la maschera è solo una delle numerose scene chiave del fumetto ed è d’impatto proprio per la storia che ha alle spalle il personaggio [storia che nei film non esiste e quindi la scena anche se ci fosse stata non avrebbe avuto la stessa valenza]. E comunque ci sono eventi più importanti come la clonazione di Thor, la morte del Golia Nero, lo scioglimento dei Fantastici 4, il reclutamento di super criminali ecc…non è tutto ragno centrico.

Eh, ma nel fumetto la guerra è combattuta da migliaia di personaggi! Nel film ci sono solo 4 gatti, non sarà epico come il fumetto e quindi sarà una merda!
È vero, nel film non c’è neanche un decimo dei personaggi che si vedono nel comic book, ma vedila così: preferisci vedere 100 personaggi buttati a caso [e introdotti a caso] tanto per fare numero e far vedere un po di bombe a spruzzo come un TRANSFORMERS qualunque o preferisci che ci siano pochi personaggi ma ben approfonditi che non si limitano a spararsi a vicenda ma vengono coinvolti in conflitti personali [oltre a “Cap vs Iron Man” ci sarà anche un “Burton vs Natasha“…tanto per dire eh].

Eh, ma…
No, hai rotto il cazzo!

civil-war-black-panther

Primo sguardo a Pantera Nera.
Giudizio: PERFETTO!

Come suggerisce già il titolo, al centro del film ci sarà il Capitano e la storia rimasta in sospeso con l’amico Bucky che si legherà a doppio filo con gli eventi di Civil War.
Il trailer comunque dice tutto quello che c’è da sapere: dai toni che avrà la pellicola [molto seri e action come THE WINTER SOLDIER], i protagonisti del film [Cap, Bucky e Stark con Falcon e Natasha come “spalle”] e onestamente mi è salito anche un certo hype che neanche un nuovo trailer di STAR WARS potrebbe placare [anche perché manca meno di un mese all’uscita del film e quindi #cazzomene].

L’uscita è prevista per il 4 Maggio [due giorni prima che negli USA…di solito esce una settimana prima ma va bè, a sto giro ci tocca aspettare].
Nel cast oltre a Chris Evans e Robert Downey Jr torneranno Scarlet Johansson [Vedova Nera], Geremy Renner [Occhio di Falco], Samuel L. Jackson [Nick Fury], Sebastian Stan [Bucky], Anthony Mackie [Sam/Falcon], Don Cheadle [Rhodey/War Machine], Paul Bettany [Visione], Elizabeth Olsen [Wanda/Scarlet], Paul Rudd [Ant-Man], Frank Grillo [Crossbones], Emily VanCamp [Sharon Carter], e il grande ritorno di William Hurt [il generale Ross] più le new entry Chadwick Boseman nel ruolo del re T’Challa [Pantera Nera], Daniel Brühl in quelli del Barone Zemo [celeberrimo nemico di Capitan America], Martin Freeman in un ruolo ancora sconosciuto [ma indicato come “politico”] e Tom Holland come nuovo Spider-Man.
Alla faccia del “eh, ma ci sono pochi personaggi“.

-“Mi dispiace Tony. Sai che non lo farei mai, ma non ho scelta. Lui è mio amico.
-“Lo ero anch’io
[Pelle d’oca!!!]

E voi da che parte stare?

captain-america-civil-war-banner

Annunci

20 thoughts on “IL PRIMO TRAILER DI CAPTAIN AMERICA: CIVIL WAR – ROBA BELLA

  1. #TeamCap anche se Black Punther è fiquissimo. Scena finale da brividi.
    Questo trailer mi ha gasato a bestia anche se a conti fatti ha detto e mostrato pochissimo, ma sono d’accordo con te che era esattamente lo stretto necessario.
    Pare effettivamente che il tono sia in linea con The Winter Soldier, nonostante la matassa di supereroi, e la cosa non può che farmi piacere. Se la buttano davvero in politica ci sarà da divertirsi, la gente sarà costretta davvero a schierarsi da una parte o l’altra, con Cap o con Ironman, che significa scegliere tra le filosofie di vita di due eroi entrambi buoni. Non so quante altre volte sia successo in passato, ma ci penserò.

    Liked by 2 people

    • Sono d’accordo, l’arrivo di CIVIL WAR arriva anche in un momento giusto, fino a poco tempo fa avrebbero preso tutti le difese di Iron Man, ma dopo THE WINTER SOLDIER il caro Cap a acquisito la giusta popolarità per far crescere il conflitto anche in noi fan 🙂
      Io però sempre e comunque #TeamCap!

      Liked by 1 persona

  2. Bello, bello, bello. Ma ho un peccato originale, del quale non riesco ancora razionalmente a capacitarmi: non ho ancora visto “Age of Ultron”. Aspettavo Sky, ma ci sta mettendo una vita. Mi sa che devo rimediare in altro modo.

    E quanto mi piacerebbe che infilassero nei film, con qualche escamotage narrativo, Coulson e il suo gruppo di Agents of S.H.I.E.L.D. (Del resto, Tahiti è un posto magico). Purtroppo, però, mi pare di capire che i crossover fra serie e film del MCU siano esclusivamente unidirezionali.

    Liked by 1 persona

    • Dai Fox, hai tempo fino a Maggio per metterti in pari 😀

      Fino ad oggi sono stati i film a influenzare la serie e di cross over non ce ne sono stati, tempo fa però Kevin Feige aveva detto che a un certo punto avrebbero DOVUTO far interagire i due media e credo [spero] che si riferisse proprio a CIVIL WAR! Magari non introducendo Coulson [che poi dovrebbero spiegare perché è vivo] ma almeno il “nuovo” SHIELD con Daisy, Mack ecc

      Mi piace

  3. Che bello!
    Non avrei voluto leggere su questo trailer commenti da nessun altro blogger al mondo che non fossi tu, Bail Organa: per carità. parliamo di un crossover Marvel che a suo tempo in tantissimi hanno comprato e letto, foss’altro per la quantità di edizioni uscite anche legate ai giornali, ma nulla vale come il tuo punto di vista, con il tuo particolarissimo mx di recensore critico ed assieme fan sfegatato, sempre in bilico sulla faglia tremolante della parzialità di passione e lo sguardo disincantato che sa riconoscere una stronzata ancora prima che si affacci da dietro l’angolo (e non so ancora come fai a conciliare le due cose, ma ci riesci, te lo dico io, ci riesci…).

    Zack, che ha commentato sopra, ha giustamente detto che è bello che la vogliano buttare in politica, anche perché sia lui che te che io sappiamo bene di che politica parliamo, di quella dei supereroi, di quella nata nel 1982 con la meravigliosa metafora sul razzismo del “ X-Men: God Loves, Man Kills” del grandissimo Claremont e che fu alla base di tutte le intrusioni governative nel mondo dei supereroi, che ispirò persino nel 1986 lo scontro tra il Supes filogovernativo ed il Bats anarchico del capolavoro milleriano “ The Dark Knight Returns” e che ha scritto sotto traccia tutto la mitologia delle maschere strappate o svelate, che viene declinata attarverso la necessità per il governo federale di sare i vigilanti mascherati per questioni di politica estera (come la sporca guerra del Viet) o interna (coem le repressionid elle rivolte) e persino come deterrente al pericolo nucleare in quel capolavoro assoluto di “Watchmen”.

    Insomma, la politica entra a gamba nel mondo dorato e mainstream dei supereroi e lo fa mantenendo le posizioni pseudo-conflittuali (poiché poi alla fine tutto si riduce ad un grande role-game) in stile “Quantico”.
    Io non sono tra coloro che hanno amato il crossover, ma sono tra quelli che hanno adorato “ Captain America: The Winter Soldier” e che reputano il post-Whedon dei Russo brothers una manna dal cielo, quindi attendo questo terzo CAP (che da oggi sarà per me assolutamente “Avengers 2.5”… sei un genio!) come il pane, così come attendo il “Dawn of Justice” di Snyder (molto più simili di quello che la gente possa pensare…

    Bello anche il gioco di marketing dello schierarsi.. detto da uno che finge di essere adulto ed ha aderito subito alla versione Star Wars Style di tutte le sue applicazioni Google (ovviamente, dato il mio avatar, lato oscuro…
    Grazie di esistere, Dog Yoda!

    Liked by 2 people

    • il 2016 sarà tutto uno schierarsi 😀 TeamCap, TeamIronMan, TeamSupes, TeamBat!
      Anche se da un certo punto di vista si tenderebbe ad essere più coinvolti con Civil War con personaggi già consolidati e che hanno un passato rispetto a BatVSupes. Ma noi siamo amanti dei cinecomics e ci guardiamo tutto con gusto 🙂

      Piccola curiosità: posso chiederti come mai non ti è piaciuto Civil War? Per una questione di gusti o trovi proprio che non funzioni come fumetto?

      Liked by 1 persona

      • Adoro soddisfare queste piccole curiosità, perché amo parlare con te di fumetti…

        Su “Civil War” il mio mancato apprezzamento è solo questione di gusti personali e l’ho specificato solo perché esso è, al contrario, una delle saghe più amate: il mio giudizio è frutto di un progressivo disinteresse per tutto il fumetto seriale, la cui formula impone agli autori un rinnovarsi tutto interno ed autoreferenziante e questa è una caratteristica produttiva ovviamente comunque a tutti gli editori che abbiano produzioni di questo tipo.

        Essendo nato fumettisticamente con la Disney e con la Marvel e subito dopo con la DC, divenni ben presto da adolescente un “Marvel zombie” (che poteva seguire le tracce degli spermatozoi di ogni singolo mutante per ricostruire genealogie e super-gruppi) ed un Dc-Fan tale da poterti ancora oggi raccontare per due ore intere, senza perdere un colpo, tutte le vicissitudini di un character come Lex Luthor (fu la prima cosa che scrissi, quando divenni blogger e prima di chiamarmi Kasabake).
        Poi divenni adulto e cominciai ad apprezzare altri fumetti ed anche nel settore supereoristico mi spostai moltissimo sulle graphic novel, partendo dagli archi narrativi, come la storia di Elektra di Miller e Mazzucchelli, ma finendo alle storie assestanti (“Arkham Asylum o “Elektra lives again”), fino ai romanzi illustrati veri e propri (“ Batman: The Killing Joke” di Moore e Gibson, ”300”, ”Stray Toasters” di Bill Sienkiewicz, ”); fu quello il periodo in cui compravo solo volumi, anche francesi ed americano-latini (ho scritto anche un post sul capolavoro di Breccia).

        Civil War” è un crossover dei più classici e per apprezzarlo a pieno, non c’è dubbio che bisognerebbe aver letto con regolarità mensile le storie dei singoli eroi coinvolti sulle loro testate singole, altrimenti uno si legge una storia fatta benissimo, tecnicamente impeccabile e che funziona in modo magistrale nell’economia del Marvel Universe, ma che (IMHO) resta sempre una storia di serie B, un po’ riciclata, un po’ rimasticata, un po’ canovaccio, utilissimo per cose più belle, come tutto il MCU a cui farà da ossatura per un po’.

        Quindi? Quindi ode a “Civil War”, che probabilmente apprezzerò più come serie di film che come fumetto e ringraziamo che sia esistito, peché almeno verrà dato spessore alla Marvel al cinema (che è poi ormai l’unica Marvel, dato che i suoi supereroi sembra che non vendano più nulla su carta stampata, sia negli USA che da noi).

        P.S. Ho molto apprezzato Jessica Jones… ne parlavo con DoppiaW, dove ho letto anche il tuo commento… per me l’episodio 5 è da urlo!!

        Liked by 1 persona

      • Apprezzo moltissimo il tuo commento, prima di tutto perché, ovviamente, anche io amo i fumetti e parlare di fumetti, secondo perché so benissimo la persona che sei, la tua cultura fumettistica e il tuo intelletto nell’esprimere un giudizio [anche negativo] su un prodotto elogiato da tutti [proprio come DoppiaW con la sua rece fuori dal coro su JESSICA JONES tanto per restare in argomento 😉 ].

        Detto questo, dal tuo commento riesco a constatare una ciclicità nel mondo del fumetto mainstream, non tanto per le storie [anche se, fumetti alla mano, saghe che vedono la “registrazione” di super umani, di eroe contro eroe e di gruppi che si sciolgono se ne sono visti ben prima di Civil War], ma per il modo in cui un appassionato di fumetti “nasce” e cresce con la Marvel o la DC e in seguito matura la sua lettura puntando su opere meno “popolari” e più di matrice europea.

        Questo è stato il tuo percorso ma lo è stato anche il mio e di altri lettori che conosco, la differenza è che mentre tu avevi abbandonato già la Marvel e il suo ripetitivo [ma sarebbe più corretto il termine déjà-vu per il modo in cui riescono a rendere sempre nuova una cosa già vista] universo, io, complice anche la differenza d’età, lo dovevo ancora scoprire.
        Ed è stato proprio in quel periodo, nel post-civil war che mi sono avvicinato al mondo dei comics, quindi per me quella saga è e resterà sempre qualcosa di stupefacente!

        La fase dell’abbandono degli spillati la sto affrontando in questo momento [oramai sono solo 5 le serie che seguo tra Marvel e DC e solo 3 le leggo volentieri], ho fatto incetta di classici [sia lodata la Panini e le sue continue riproposte] ma sono entrato ormai in un mondo fatto di fumetti francesi e italiani e difficilmente si torna indietro 🙂

        PS: i miei episodi preferiti di JJ sono proprio il 4, il 5 e il 6 🙂
        Oltre ad una scena finale del 9, quella in cui Simpson si rivela…non voglio spoilerare nel caso qualcuno stia leggendo…ma hai capito no? “Dammene una rossa”. È puro fandom lo so, ma mi ha gasato un casino XD

        Liked by 1 persona

  4. Pingback: IL NUOVO TRAILER DI BATMAN V SUPERMAN: DAWN OF SPOILERS | L'OSSERVATORIO

  5. Pingback: ANNO NUOVO, VITA NUOVA MA SEMPRE AL CINEMA: I FILM CHE PIÙ ATTENDO DEL 2016 | L'OSSERVATORIO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...