DEADPOOL – RECENSIONE – CHIUDETE HOLLYWOOD, ABBIAMO UN VINCITORE!

Fare un film su Deadpool non era facile per un cazzo.

Che ok, c’è gente che pensa che nessuno sia ancora riuscito a fare una versione decente di Spider-man, di Batman o di Wolverine, ma Deadpool è una cosa completamente diversa, era un po come voler adattare in live action Bugs Bunny o Lupin III [e lo so benissimo che proprio in sti giorni c’è un film su Lupin con attori in carne e ossa ma….insomma dai….devo commentare?!].

E quella disgraziata della Fox era consapevolissima dei rischi, per questo ci ha messo tipo 10 anni per realizzare il film, preferendo progetti più promettenti come I FANT4STICI 4, capolavori come DRAGON BALL EVOLUTION nonché improbabili spin-off con improbabili adattamenti.

deadpool-wolverine-origins-weapon-xi

Mmh–mmmghmg-mmhmf” [traduzione:mi fischiano le orecchie]

Ma sia ringraziato Odino, in quel di Hollywwod ci sono persone così testarde e rompicazzo che non si fermano dinanzi a nulla pur di veder realizzato il proprio film! Stiamo parlando di Ryan Reynolds, scemotto da commedie romantiche più conosciuto come celebrità che come attore, gli sceneggiatori Rhett ReesePaul Wernick il dinamico duo che ci ha regalato quella perla di ZOMBIELAND e quella pregiata tamarrata di G.I.JOE – LA VENDETTA e infine Tim Miller, l’ultimo ad entrare nella squadra, un regista con un curriculum immacolato [cioè vuoto], il cui lavoro più celebre è “titoli di testa di UOMINI CHE ODIANO LE DONNE“, talmente famoso che non ha neanche una pagina italiana di Wikipidia dedicata.

E che ha fatto questo branco di ragazzacci? Prima si attaccano alle palle della 20th Century Fox per convincerla a dare il via alla produzione, poi realizzano un corto per convincerli che il film s’ha da fare, infine prendono suddetto corto e senza il permesso di Mamma Fox lo pubblicano online [ancora non è chiaro chi sia stato….è uno di quei segreti che ci si porta nella tomba tipo il terzo segreto di Fatima o SO COSA HAI FATTO di Kevin Williamson].
Il web ha fatto il resto.

Risultato? Questo:

deadpool-heads-shot

e questo:

deadpool-ajax-fight

e anche un po di questo:

deadpool-love-story

Sul film se ne stanno leggendo di ogni in questi giorni, tipo che “Rompe tutte le regole“, che è “Scandalosamente divertente“, “Fuori di testa“, “Il più tosto cinefumetto che abbiano mai osato fare“, “Il primo supereroe pansessuale“….no ok, l’ultima è una puttanta bella e buona scritto da un giornalaccio nostrano [solo noi potevamo fare un articolo del genere su un film del genere] ma il resto è tutta roba presa in giro dal web!

Ma DEADPOOL è veramente così fuori dagli schemi?
La comicità l’abbiamo vista quasi in ogni film Marvel degli ultimi anni, di azione di qualità coi controcazzi [e non le scaramucce a suon di gomitate del Batman di Nolan] se n’è vista parecchia in BLADE e in THE WINTER SOLDIER [ad oggi il miglior action tra i cinecomics], di trovate fuori dagli schemi se ne sono viste parecchie in SCOTT PILLGRIM VS THE WORLD, anche la violenza vietata ai minori che tutti elogiano e tutti sembrano cadere dal pero si è già vista in passato in alcuni cinefumetti. Cioè mi volete dire che nessuno ha visto PUNISHER: WAR ZONE? E neanche KICK-ASS?! Tra l’altro anche nel film di Matthew Vaughn c’erano momenti di comicità citazionista [o addirittura metalinguistica].

Ma allora cos’ha questo DEADPOOL che ha fatto impazzire tutti e che tutti vedono come precursore della prossima generazione di cinefumetti?
Eh, bella domanda.

deadpool-gasp

C’è la comicità. Davvero un’ondata di comicità, non ci si ferma neanche un secondo di fare battute, gag, prese per il culo, frecciatine alla carriera di Ryan Reynolds, a Hugh Jackman, al franchise di X-Men o ad altri film in generale [letale quella sugli Xavier, solo per quella il film merita].
A un certo punto c’è anche una versione “sensata” [o meglio giustificata] della pool-o-vision.

C’è l’azione! Neanche tanta in realtà ma è ben dosata, trattandosi di un semplice mercenario incapace di morire armato di sole 12 pallottole pistole e katane non si potevano vedere combattimenti apocalittici di quelli che distruggono le città stile Avengers [e a proposito di Vendicacosi….ma quello che si vede alla fine è un Elivelivolo dello SHIELD?!] eppure in quanto scene d’azione supera tranquillamente un qualsiasi film di Wolverine.

C’è una storia d’amore, anzi alla fine si riduce tutto ad una grande storia d’amore [si scherza molto su questa cosa] che per assurdo nella sua totale volgarità e inappropriatezza [si può dire inappropriatezza?] risulta molto più romantica di altre love-story di film romanticoni [geniale il modo in cui vediamo la relazione tra Wade e Vanessa evolversi tramite le festività sulle note di Calendar Girl….anzi direi sublime!] concedendosi anche dei momenti più tristi e malinconici [quando Wade scopre di avere il cancro Vanessa parte in quarta cercando delle soluzioni possibili per il suo problema, mentre Wade se ne sta lì a fissarla “cercando di memorizzare ogni minimo particolare del suo viso come se la vedessi per al prima volta…o per l’ultima].

Ci sono dei comprimari. Anzi, in realtà sono TUTTI comprimari!
Il film è praticamente Deadpool-centrico e tutti gli altri personaggi risultano poco approfonditi…cosa che onestamente però non guasta per nulla la visione del film!
Cioè cosa c’è da dire su Weasel? Su Al la cieca? Su Ajax?
Il primo è un simpatico cogli**e con più palle rispetto al fumetto ma ugualmente inadeguato in tutto quello che fa.
Al è meno aggressiva ma ugualmente incisiva e ugualmente maltrattata [ma più nera del previsto].
Ajax è un villanzone freddo e spietato come tutti i villanzoni moderni [con tanto di marcatissimo accento], ma con una strano senso di inferiorità per quanto riguarda il suo nome [cosa presa a piene mani dal fumetto tra l’altro]. Un po come Christoph Waltz in THE GREEN HORNET o il Kylo Ren dell’ultimo STAR WARS [ma con meno crisi isteriche].

E poi ci sono i compagni X-Men! Tra tutto il pantheon mutante marveliano a cui attingere quali sono i personaggi che ReeseWernick hanno scelto per affiancare il caro mercenario chiacchierone? Colosso e Testata Mutante Negasonica [‘nuff said].
Il primo è il più bonaccione degli uomini X [portato all’estremo per esigenze comiche] praticamente un anti-Deadpool con accento sovietico [gli accenti sono un casino in sto film].
La sua protetta invece, una mutante che dal fumetto prende soltanto il nome [comunque un personaggio che definire secondario sarebbe un grande complimento, cosa che però ha permesso gli sceneggiatori di poterci giocare quanto volevano senza che qualche purista della carta stampata venisse a rompere i cojones], è una studentessa dello Xavier Institue, ma non tipo Kitty o la pedante Rogue, è più tipo una Mercoledì Addams versione mutante! Taciturna, sarcastica e con atteggiamenti da “odio la mia vita“.

deadpool-negasonic-teenage-warhead

Sti due insieme sono bellissimi!

Insomma alla fine DEADPOOL non ha inventato un ben niente!

Racconta le proprie origini in modo frammentato saltando dal passato al presente come BATMAN BEGINS [anzi, è strutturato esattamente come BATMAN BEGINS], viene raccontato in terza persona come molti altri film [come SPIDER-MAN tanto per dirne uno], vediamo la nascita dell’eroe, la genesi del costume [un escamotage comico che nasconde la motivazione più sensata di qualsiasi altro supercostume], gioca con la musica come GUARDIANI DELLA GALASSIA [colonna sonora da URLO, mi spiace per Junkie XL, ma Juice Newton e Salt-N-Pepa oscurano il suo score], ci sono gli aiutanti, la nemesi, una bellissima storia d’amore [e ci tengo a sottolinearlo ogni volta perché nei cinecomics moderni l’amore sembra essere sparito…vietato innamorarsi], la trovata del nome da supereroe, la scena dopo i titoli di coda, Stan Lee…

È un cinefumetto come tutti gli altri con l’unica differenza che gioca con i propri cliché.

DEADPOOL è un cinefumetto consapevole di essere un cinefumetto. Non nel senso che Wade Wilson infrange la quarta parete, ecc, ecc, ma nel senso che tutti sanno come’è fatto un superhero movie, Miller e gli sceneggiatori Reese e Wernick hanno deciso di giocarci un po.

deadpool-drawing

Perennemente in bilico tra il tributo e la parodia, il film di Tim Miller funziona in ogni sua parte. Diverte, intrattiene, emoziona, incredibilmente rispettoso della controparte cartacea [sia il caro “vecchio” Deadpool di fine anni ’90, sia che quello moderno lanciato da Daniel Way e sviluppato da Brian Posehn il popolo di internet] e inevitabilmente irrispettoso verso i colleghi cinefumettari. Tipo BIRDMAN ma con più parolacce [e con più sesso].

deadpool-valentine

A lot of sesso

Inutile dire che il successo planetario ha fatto si che qualcuno alla Fox venisse massacrato a suon di coppini per non aver creduto nel progetto fin dall’inizio [col senno di poi comunque è un bene che sia uscito oggi e non 8 anni fa] mentre tutte le altre case cinematografiche si stanno già attrezzando per avere il loro “cinefumetto V.M.” [perché nella loro infinita pirlaggine non hanno capito che il VM non centra un beneamato col successo del film]. Già si parla di dare al terzo film di Wolverine un Rated-R, stanno rispolverando l’idea di fare un film sulla X-Force, si parla di un film in solitaria su Harley Quinn, di una versione estesa V.M. per BATMAN V SUPERMAN…..ancora non se n’è sentito parlare ma sono pronto a scommettere tutti i miei averi che presto sentiremo anche qualcosa riguardo un certo film su un certo Lobo

Ma ribadisco, per me il successo di DEADPOOL non ha niente a che fare col fatto che sia vietato ai minori o che sia sboccato. Il film di Tim Miller è demenziale si, ma non stupido, è una commedia “intelligente” come 21/22 JUMP STREET o il mai troppo citato ZOMBIELAND. Se il film funziona è tutto merito degli sceneggiatori e del regista [e in questo caso direi anche attore protagonista, che qualcosa mi dice che metà delle battute sono farina del suo sacco] che hanno preso il personaggio e lo hanno adattato come si deve! Il merito è della campagna marketing martellante ma mai noiosa con gli infiniti tweet, poster parodia, improbabili cartelloni pubblicitari, i 12 days with Deadpool che ha portato al nuovo trailer [che è uscito a Natale], i video virali, tutte le cazzate al quale si è prestato Ryan Reynolds, ecc, ecc

deadpool-ryan-reynolds

Il mercenario chiacchierone si presta facilmente ad azione cruenta, volgarità e battute metamediatiche, ma se il film funziona non è solo per questo, ma perché chi ci sta dietro ha avuto le palle di realizzare il film così come andava realizzato e non come lo voleva lo Studio [o peggio ancora i fan].

E alla fine si, questo film darà il via ad un nuovo modo di approcciarsi ai cinefumetti! Di questo ne sono convinto, me lo sento nelle gonadi.

Ciao belli!

deadpool-lick

Annunci

10 thoughts on “DEADPOOL – RECENSIONE – CHIUDETE HOLLYWOOD, ABBIAMO UN VINCITORE!

  1. Totalmente d’accordo. Segnalo un errore di battitura, volevi dire BLADE vero?
    (sinceramente non sento il bisogno di un film del genere per Harley Quinn, già nei fumetti l’hanno trasformata nella loro versione di Deadpool rovinandola, non vedo perché ripetere l’operazione al cinema, mentre un film su Lobo, quello vero mica quella schifezza new 52, sarebbe un sogno che si avvera!)

    Liked by 1 persona

    • Oddio si, grazie della segnalazione, volevo dire BLADE XD

      Sarà che ho sempre visto Harley Quinn come personaggio di supporto o al massimo di gruppo [non ho mai seguito una sua testata in solitaria] ma neanche io vedo tutta questa necessità di farci un film, specialmente se sulla falsa riga di DEADPOOL [e comunque varrebbe la pena aspettare cosa viene fuori con SUICIDE SQUAD prima di pianificare sequels e spin-off vari].

      Lobo invece è il sogno di moltissimi di noi lettori 😀 purtroppo è un personaggio difficilissimo da realizzare, specialmente per la DC il cui universo non è ancora “nato” del tutto. Ma si, come film sarebbe una figata pazzesca 😀
      [PS: no comment sul Lobo dei New 52, che volevo evitare con tutto me stesso ma me lo sono ritrovato nello spillato di SINESTRO e non ho potuto fare a meno di darci un’occhiata…ogni volta mi chiedo come sia possibile che una roba del genere sia passata alla pubblicazione…].

      Liked by 1 persona

      • Ho letto anche la notizia di una versione di Batman v Superman vm e sinceramente non ne vedo il bisogno specie su due eroi come loro.
        Non per niente Lobo ha chiuso con il nr 12 o 13, da fan di Sinestro spero in una futura edizione in volumi così da evitare ospito indesiderati! Anche se per curiosità…

        Liked by 1 persona

      • La curiosità uccide XD Io l’ultimo film sui F4 ho cercato di evitarlo, ma alla fine per “curiosità” me lo sono guardato lo stesso…quando mai!

        La versione VM di BatVSup non la capisco neanch’io. Cioè cosa ci può essere di così cruento, volgare o sessualmente esplicito in un film con protagonisti questi due? 😀

        Mi piace

  2. Non ho più né voglia né bisogno di leggere altre recensioni, perché la tua è quella definitiva!!

    Dico davvero: non saprei cos’altro si possa dire ulteriormente sul film di Tim Miller che non sia altro che squisitamente tecnico (come quei bei specialoni che cacceranno dentro la versione in blu-ray doppio disco, che sarà ovviamente nostra!).

    Ho visto il film e l’ho adorato e sottoscrivo ogni cosa che hai scritto e durante la lettura del tuo pezzo continuavo a muovere la testa mormorando “è vero, è vero, è così, è così”.

    Non solo, c’è qualcosa, una specie di coincidenza di eventi, come l’allineamento dei pianeti di cui parlava il professor Erik Selvig (ma quanto mi sta simpatico Stellan Skarsgård nel suo ruolo dentro l’Universo Marvel Cinematico…) in “The Dark World”, che mi fa pensare che in fondo, almeno nello specifico multiverso di WordPress, tu sia un po’ Deadpool… un Burrito Perrito che ha coscienza di essere un PizzaDog, un mentore disincantato che vede la realtà e la sua versione edulcorata in 4k, come Riggan Thomson che cammina per strada e dietro di lui Birdman gli fa apparire la SWAT e gli elicotteri apache che esplodono in volo sotto i colpi di RPG alla COD Black Ops piovuti dal nulla…

    Sei il mio idolo e se fossi il capo-redattore di un giornale non permetterei ad anima viva di recensire un film di questo tipo a nessun altro, tranne forse a quella tipa carina appena entrata, che dice di essere una giornalista appena laureatasi con il punteggio di 90, 60, 90… ah, non era il punteggio?

    Liked by 1 persona

    • Troppo, davvero troppo gentile carissimo Kasa!
      Paragonarmi addirittura ad un Deadpool di WordPress [un Deadpress?]…davvero troppo gentile 🙂
      Anche perché mi sono sempre visto più come l’impacciato Clark Kent! Se tu fossi il direttore di un giornale [cosa per altro fighissima, già mi immagino la frenetica e gioliardica redazione in cui oltre a noi due orbitano altri amici bloggers come Lapinsu, Lupokattivo o la cara Doppia W…sarebbe davvero un sogno!] io prenderei sicuramente il ruolo del Kent di turno [ma tolti gli occhiali, invece di sconfiggere i criminali andrei in giro a calciaculare tutti quei pseudo recensori che scrivono di film senza avere la minima idea di quello che dicono…].

      Liked by 1 persona

  3. Pingback: MASSIMO SFORZO! 7 CURIOSITÀ DAL BLU-RAY DI DEADPOOL! | L'OSSERVATORIO di PizzaDog

  4. Pingback: TOP 12 SUPERHERO MOVIES – I MIGLIORI CINEFUMETTI DI QUESTO MILLENNIO [SECONDO ME] | L'OSSERVATORIO di PizzaDog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...