THE LIEBSTER AWARD – RELOADED

Chiedo umilmente scusa alla buona Blackgrrrl per la lentezza nella mia risposta alla nomina del Liebster Award, ma tra cose da fare, cose che vorrei fare e cose che devo fare il tempo per vivere lo trovo là, sui monti con Annette.

La ringrazio comunque per la nomina perché fa sempre piacere e perché ci si diverte anche un po’! Ovviamente se non l’avete già fatto [mannaggia a voi] vi consiglio di fare un giro sul suo blog, A HANDFUL OF FRAMES, un concentrato di conoscenza, passione e ardore verso la settima arte come non se ne vedono in giro! Quindi orsù andate e mipiaciate, condividete, followate, fate quello che volete ma fatelo now!

LIEBSTER_AWARD

Ma venendo a noi, rivediamo un po’ le regole dei Liebster Games che così me le ripasso pure io:

  • Ringraziare per la nomination [check];
  • Spiegare le regole [in corso];
  • Scrivere 11 cose su di te [ci provo];
  • Rispondere alle 11 domande poste dal blogger che t’ha nominato [sarà fatto];
  • Nominare a tua volta 11 blogger per il Liebster [passo];
  • Scrivere 11 domande per i blogger che hai nominato [non vi assicuro niente];
  • Avvisare ogni blogger nominato….

Ecco, essendo già il mio secondo rodeo e visto che ho da poco partecipato ad un altro giochino con giro di nomine [quello delle citazioni], visto che nominerei sempre le stesse persone e visto che –inserire qui altra scusa credibile– a questo giro salto il passo [e giro e un, due, tre e plié] delle nomination e nomino automaticamente chiunque stia leggendo questo post [capito? Quinti tu, proprio tu che stai leggendo: SEI STATO NOMINATO. Bella te].

Bene, ora partiamo con le cose difficili.

11 COSE SU DI ME

  1. Sono pessimo nel descrivere me stesso e le cose che mi riguardano. Non è una scusa, è il primo punto [vale no?];
  2. Odio l’estate! Sia come clima che come periodo, che come ambientazione e anche come colonna sonora [quanto ha rotto le balle Alvaro Soleil?];
  3. Sono una persona maniacalmente ordinata. Ma non per tutto, solo per le cose a cui tengo molto come blu-ray, libri, fumetti, file sul computer….credo di essere la persona con la libreria iTunes più ordinata al mondo;
  4. Amo il fitness e tutte quelle robe lì del tenersi in forma [anzi, come dice Mark Wahlberg in PAIN & GAIN “I BELIEVE in fitness] ma il mio altrettanto grande amore per il cibo mi impediscono di avere il cosiddetto fisico DELLA MADONNA [ma infondo sticazzi];
  5. El Nio [il mio gatto] ogni tanto fa certi sguardi che mi fanno sentire in colpa per cose che non ho fatto. Ho sempre il terrore che mi stia giudicando…
  6. Non sono uno di quelli che canta sotto la doccia [come si fa poi? Non ti entra tutta l’acqua in bocca?] ma come entro in auto ciao, quello è il mio palcoscenico!
  7. Credo che un’eventuale ricchezza monetaria [tipo vincite al superenalotto o cose così] sarebbe sprecata su di me. Continuerei a fare le stesse identiche cose che faccio ora, solo spendendo di più [Enzo Ceccotti docet 😀 ];
  8. Non ho mai capito perché, quando si lascia l’auto parcheggiata, bisogna lasciare inserita la prima marcia [alcuni dicono addirittura la retro]. C’è dietro un bisogno meccanico o è una semplice tradizione tribale che si è tramandata da padre in figlio?
  9. Non concepisco il vedere live una corsa su pista tipo F1. Alla fine vedi sfrecciare qualcosa di indefinito per qualche millesimo di secondo ogni mille minuti…..che gusto c’è?
  10. Sono completamente ignorante in ambito cocktail. Di solito vado giù di birra e tanti saluti;
  11. Ho delle fisse su alcuni numeri [tipo 7, 12, 23] e finire questo elenco con un 11 mi lascia alquanto turbato.

Uff, e questa è andata! Ora passiamo alla seconda impresa, rispondere alle domande postami dalla brava Blackgrrrl:

1. Com’è iniziata la tua avventura con il blog? Perché? Cosa ti ha spinto ad aprirlo?
Ho sempre amato il cinema e parlare di cinema, il problema è che non tutte le persone che mi circondano sono disposte a fare lo stesso, non con altrettanta passione e vigore [leggasi: fanatismo 😀 ].
E visto che i forum sono caotici e i social network un bagno di sangue, le alternative erano due: aprire un blog in cui scrivere e parlare di ciò che amo nella speranza che qualcuno si interessi a ciò che dico oppure uscire di casa, conoscere gente nuova e farmi nuovi amici.
È stata una decisione facile 😀

2. Se dovessi scegliere un epoca in cui vivere quale sceglieresti e perché?
Ma i mitici ’80! Senza pensarci due volte!
È il decennio in cui tutte le cose che amo [cinema, musica, fumetto, tecnologia, ecc] hanno visto compiersi grandi imprese e subito grandi cambiamenti!
Mi immagino sempre come sarebbe stato vedere al cinema per la prima volta film come Ritorno Al Futuro, E.T., il Batman di Tim Burton, Stand By Me, Blues Brothers, assistere alla nascita di miti come Indiana Jones, Die Hard, Robocop, Rambo, godersi sul grande schermo gli spettacolari Blade Runner, Aliens, l’Impero Colpisce Ancora, ascoltare per la prima volta Slippery When Wet [il mio album preferito dei Bon Jovi], scoprire traccia dopo traccia Back In Black [il da me più ascoltato degli AC/DC], andare a un concerto dei Queen [avrei dato il braccio destro per andarci], leggere per la prima volta Il Ritorno del Cavaliere Oscuro, prendere il primo numero di Daredevil: Born Again, rimanere a bocca aperta insieme al resto del mondo di fronte al Watchmen di Moore….e tante altre belle cose che non sto qua a scrivere 🙂

3. Sei una di quelle persone che adorano il giorno o la notte?
La notte! Assolutamente.
Di giorno c’è troppa luce, troppo caldo, troppo caos. Di notte invece, per citare Jovanottiè tutto più tranquillo, tutto più vicino e non esiste traffico e non c’è casino“. Anzi, direi che Gente della Notte descrive perfettamente il perché preferisco la notte al giorno.

4. C’è un film o un libro o una canzone che sembra parlino di te? E perché?
Jesus Christ Superstar!
No scherzi a parte non direi o almeno non me ne viene in mente nessuno.

5. Quale pensi sia il tuo animale guida?
Red
, quello degli Angry Birds! La sua filosofia di vita è ciò che mi consente di andare avanti!

6. Sei una persona superstiziosa?
Cioè se credo nell’oroscopo, se mi porto sempre dietro una zampa di coniglio e faccio gli scongiuri quando un micio nero mi taglia la strada? Allora direi proprio di no, non sono superstizioso 🙂

7. Mare, montagna o lago?
Città non si può?
Se proprio devo sceglierei direi montagna, al mare c’è troppo caldo, troppa sabbia, troppa movida….meglio la montagna, più fresca, più tranquilla. Mi sento più montanaro che surfista [e sto pure da dio con le camicie a quadri];

8. Se potessi scegliere di poter mangiare qualcosa per tutta la vita cosa sceglieresti?
Se mi trovassi in un universo alternativo in cui il cibo da me scelto fosse in grado di darmi tutte le vitamine e il nutrimento necessario per la sopravvivenza ma soprattutto non avesse tutte quelle proprietà che fanno ingrassare allora direi pizza! Ovvio no?

9. Quale paese non hai mai visitato e vorresti visitare assolutamente?
Ma ce ne sono un fottio!
Diciamo UK, perché nonostante non la conosca minimamente ho sempre provato una certa attrattiva. Ma pure Giappone, qualche Stato di quelli Uniti e anche l’Islanda. Non so perché, mi incuriosisce.

10. Hai la possibilità di riportare in vita 5 personaggi storici e cenarci, chi scegli e perché?
Allora, intendendo il termine “storico” in modo più ampio possibile [ma tanto] e a discapito di figure illustri come Gandhi, Einstein e Luther King [sorry guys, ma tanto in mezzo a voi centrerei come un ultrà ubriaco alla presentazione di un libro di Banana Yoshimoto] vado giù di egoismo e risveglio dall’eterno riposo delle figure per puro gusto personale:
Steve Jobs, che a parte essere “quello della Apple” era un uomo dotato di una visione personale complicata ma decisa, non una mente che pensava “fuori dagli schemi” come si legge spesso, ma anzi interessato a smembrare ogni singola virgola del proprio sistema e pronto a farlo interagire con altre realtà anche al di fuori della tecnologia e dell’informatica. Precisiamo, non sono un fanatico che vede Jobs come un Dio, proprio per niente, però cazzo….due chiacchiere con lui me le farei volentieri;
Gene Colan, che oltre a parlarci mi farei fare anche due o tre tavole 😀
Lo so che da amante dei fumetti dovrei voler riportare in vita il Re Kirby, ma amo moltissimo lo stile di Colan e il suo tratto ombreggiante e tetro, incontrarlo di persona sarebbe stato un sogno;
Freddy Mercury, ma c’è di che discutere? Una delle voci più potenti nella storia del rock e autore di alcuni dei pezzi più belli che abbia mai sentito;
Audrey Hepburn, mi sento di poter affermare, senza la minima esitazione, che sia la donna più bella che abbia mai camminato su questo pianeta. Un invito a cena sarebbe d’obbligo!
Isaac Asimov, la mente che ha anticipato l’evoluzione politica e sociale dell’umanità sfruttando quella [ipotetica] tecnologica. Una cena con lui andrebbe ben oltre le semplici chiacchiere da tavola.

11. -Not found-
B-grrrl hai dimenticato di scrivere l’undicesima domanda! Molto male!
Vabbè, per questa volta sei scusata, se vuoi puoi recuperare nei commenti 😀

Bene bene, ora arriva la parte più difficile: scrivere 11 domande a cui i blog nominati [che vi ricordo, è chiunque stia leggendo in questo commento] dovranno rispondere. Proviamoci:

1) Hai la possibilità [ma essendo una domanda a cui rispondere è più un obbligo] di aprire e gestire un locale tutto tuo. Che tipo di locale sarebbe? E come lo chiameresti?
Facoltativo: quale sarebbe lo slogan o il motto con cui pubblicizzarlo?
Preciso che hai la massima libertà sul tipo di attività a cui dare vita: pub, libreria, palestra, poste, studio di avvocati, motorizzazione, sexy shop….a te la scelta!

2) Sei diventato il produttore più famoso, ricco e potente di tutta Hollywood, anzi facciamo di tutto il mondo! I film ormai non li fai neanche più per soldi ma solo per tuo semplice gusto e chiunque venga coinvolto accetta di lavorare con te senza esitare.
Avendo quindi il potere di creare il potenziale film perfetto, chi sceglieresti come regista, sceneggiatore, attore, costumista, compositore, ecc, ecc? E che genere di film sarebbe [azione, commedia, fantascienza, musical….]?
Facoltativo: dai un titolo al film.

3) Idem come prima, ma invece di creare il film perfetto ti stuzzica l’idea di creare il tuo film preferito con il tuo regista preferito, il tuo sceneggiatore preferito, i tuoi attori preferiti, ecc, ecc. Chi arruoleresti?
Grazie alle sfere del drago hai anche la possibilità di riportare in vita un morto [solo uno] o usare versioni giovani delle persone da te scelte.

4) Sei riuscito [non so come ma tanto non è obbligatorio spiegarlo, al massimo lo si vedrà in un eventuale prequel] a costruire una macchina del tempo ma essendo tu uno che non capisce molto di meccanica [il che aggiunge mistero sul come tu sia riuscito a costruirla] può fare un solo viaggio di andata e uno di ritorno. Non te la senti però di impelagarti in paradossi temporali, uccisioni di dittatori o appuntamenti con genitrici e decidi quindi di limitarti a “rubare” l’idea di un opera o letteraria o cinematografica o musicale o videoludica o quella che vuoi tu dal suo effettivo ideatore.
Quale sarebbe questa opera? E perché vorresti avere il merito della sua ideazione?

5) Nel più classico plot delle commedie americane, un giorno ti risvegli nel corpo di un’altra persona, per la precisione di una persona famosa. La coscienza è tua ma il corpo, la casa, il partner e in definitiva la vita è quella della star a cui hai “rubato” l’identità, compreso intelletto e i vari talenti che lo hanno reso famoso. L’incantesimo purtroppo ha durata di un solo giorno [ovviamente].
Chi sarebbe questa persona famosa? E come passeresti quelle 24 ore?

6) Vivi in una realtà dove chiunque può fare il lavoro che vuole perché tanto lavoro ce n’è, lo stipendio è altissimo per tutti [dal mega menager della Lamborghini al più povero contadino del Caracas] e non servono lauree, licenze e altre cose per farlo, tanto sei nato saputo.
Quale sarebbe quel mestiere? Quello per cui ti alzeresti volentieri tutte le mattine?
NB: “Genitore” come mestiere non vale 😀 O va bè, facciamo che vale ma almeno un lavoretto part-time ci deve stare.

7) Essendo tu una persona illustre con una vita degna di essere raccontata, vieni tampinato da numerose major che vogliono opzionare i diritti della tua storia per un eventuale film/libro/serie TV/o qualsiasi altra cosa, a loro non importa, basta che venga raccontata.
Come vorresti fosse raccontata la tua vita? Con quale mezzo [televisivo, letterario, musicale….]? E chi credi sia il più adatto a scriverla?

8) Hai la possibilità di fare una sola domanda a Dio [che noi tutti sappiamo avere il volto di Morgan Freeman] ma sei consapevole che qualsiasi sia la domanda e la risposta il mondo intero sarà in grado di ascoltarla, con tutte le conseguenze del caso.
Quale sarebbe questa domanda?

9) Durante una nottata di bagordi e bisboccia, il Dottor Manhattan nel momento più basso della sua lucidità, decide di dare vita alle più grandi minacce che si siano mai viste nelle storie di fantasia: alieni, demoni, mostri, cyborg, gremlins, l’omino della pubblicità dei Marshmallow e perfino la Banda Bassotti.
Rendendosi conto del danno fatto però, decide di dar vita a 7 individui scelti da qualsiasi media esistente [cinema, letteratura, videogiochi, fumetti, cartoni animati…] per formare una super squadra per la salvezza del mondo.
Ovviamente questi 7 individui dovranno essere scelti da te, sapendo quindi che la potenza non è tutto e che scegliere tutti pesi massimi come Super Sayan o con poteri divini come lo stesso Manhattan non è per forza la soluzione, quali sarebbero i  7 personaggi che sceglieresti? E come chiameresti questo formidabile team?

10) Se potessi tornare bambino e se avessi lo speciale potere di conferire la vita agli oggetti inanimati, quale sarebbe il giocattolo/i a cui vorresti donare la vita?

11) Dopo tante peripezie riesci finalmente a trovare la lampada magica che imprigiona il famoso Genio bluastro e logorroico della lampada. Il genio offre di esaudire tre tuoi desideri ma uno lo sprechi per verificare che sia tutto vero chiedendogli di far apparire una fetta biscottata che non cade mai dalla parte della marmellata, mentre un desiderio lo metti da parte per liberare il Genio dal sortilegio della lampada alla fine di tutta la storia.
Ti rimane dunque UN solo desiderio: cosa gli chiedi? Sapendo che puoi chiedere veramente qualsiasi cosa, sia fisica che astratta, sia personale che su larga scala in grado anche di infrangere il libero arbitrio?
NB: ovviamente non puoi chiedere più desideri. E neanche più geni [fregati!].

Ooooh. Posso dire di essermi divertito? Specialmente nel porre le domande, non vedo l’ora di leggere le vostre risposte 😀 Sempre che decidiate di rispondere. Se no fa niente. Tranquilli. Andrò a piangere in un angolo…..

E con questa innata positività vi saluto popolo!
Ciao belli! 🙂

A-style

Annunci

12 thoughts on “THE LIEBSTER AWARD – RELOADED

  1. 1- Birreria con cameriere in abito sexy 😛
    2- Villeneuve regista, Nolan sceneggiatore, Tom Hanks + Anne Hathaway protagonisti, Springsteen compositore. Tiè
    3- come la 2, ma con clint dietro la macchina da presa
    4- Ruberei il Pinocchio di Collodi. Non so perchè, ma è il primo che mi è venutoin mente
    5- Ovviamente Daniel Craig, così mi spupazzerei Rachel Weisz tutto il giorno 😀
    6- Il barista. L’ho fatto da ragazzo a adoravo far ubriacare le persone
    7- Conduco una vita anonima per molti aspetti e un film sarebbe troppo palloso, meglio un libro
    8- Se possono ascoltare tutti, allora me ne starei zitto
    9- Superman, Jack Bauer, Sherlock Holmes, Rambo, Beatrix Kiddo, Terminator, il Dottor Dolittle
    10- le Lego
    11- sono indeciso tra a)la pace nel mondo, b)la fine della povertà, c)partecipare insieme a Rachel Weisz ad un concerto di Springsteen della durata di 24 ore

    Liked by 1 persona

    • 1. Sarei tipo cliente fisso della tua birreria sappilo 😀 Ma solo perché mi stai simpatico mica per le donnine in abito sexy 😀 hehe
      5. Mentre scrivevo la domanda mi sono posto pure io il quesito e la risposta era praticamente come la tua 😀 Solo che al posto di Craig c’era il marito di Natalie Portman [un tale di nome Benji Millepied….ma ti pare? Un cartone animato].
      9. Tutto bello e caro ma…il Dottor Dolittle? Ma Why? XD
      11. Haha, non mi pare poi molto difficile come decisione 😀

      Liked by 1 persona

  2. uhhhhh hai risposto alle domande 😀 fantastico! grazie per tutte le parole affettuose spese per il mio blog cazzaro, sempre gentilissimo :))))
    Vedo che anche tu hai aperto il blog per le stesse motivazioni mie *brofist* perché assillare il prossimo di persona senza essere capiti quando lo si può fare anche online? 😀
    E’ vero manca la domanda numero 11, ma c’è un motivo, mancava anche quando le domande le hanno fatte a me e ho glissato anch’io perché non me ne venivano più in mente. sono una pessima persona, lo so.
    Se vuoi mi ci metto e te ne formulo una a breve, ma dammi qualche ora di autonomia perché sono reduce da un viaggio in treno internazionale a sfondo calcistico XD sono un po’ provata.

    Liked by 1 persona

  3. A  suo tempo fui anch’io nominato dalla meravigliosa Blackgrrrl e concordo con te: bisognerebbe rendere obbligatorio per legge visitare il suo blog… che donna!

    Risposi alle domande che lei aveva posto direttamente sul suo blog, senza nominare nessuno, perché ammisi che non apprezzavo i tag-game… quindi di lì a poco ne costruii uno mio… la coerenza questa sconosciuta… mah!

    Ho letto il tuo post e quindi… KA-ZAM! Il fulmine magico mi ha colpito e sono stato automaticamente nominato (devi aver usato un incantesimo di evocazione vecchio stampo, uhmmm! Interessante…) ed ora quindi, debbo rispondere (cosa che per altro faccio ultra-volentieri).

    Ti avviso che non riesco ad essere sintetico come il nostro amico Lapinsu: ho la logorrea cronica… io!

    Per mia comodità (scarsità di neuroni), mi sono riassunto le tue domande (bellissime e lunghissime) con una serie di slogan che mi aiutassero sempre a capire di cosa c***o stessi parlando…

    Procediamo…

    1) Il Mio Locale

    Non ho alcun dubbio: il mio locale sarebbe una via di mezzo tra un pub, un cocktail bar ed un club privato, un posto spaventosamente esclusivo, nascosto alla vista di chiunque nel sottosuolo, con accesso da vicoli remoti e scale e cunicoli pieni di guardie di sicurezza, che potrebbero garantire la riservatezza e l’anonimato a qualsiasi amico, divo o potente della terra che entrasse; l’accesso sarebbe limitato ai membri permanenti del club ed a loro amici fidati, che entrerebbero accompagnati e sotto la responsabilità del socio presentatore; essere socio sarebbe chiaramente un privilegio senza prezzo, qualcosa per cui la gente ucciderebbe; una ristrettissima elitè di personaggi del mondo dello spettacolo e dell’arte avrebbe il potere assoluto di decidere se accogliere o meno una richiesta di iscrizione ed io avrei il diritto di veto finale (tra i membri permanenti metterei tutto il mio olimpo personale di persone che ammiro e rispetto, da Neil Gaiman ad Alan Moore, dai fratelli Nolan fino a David Lynch, da Miike alla Kidman e così via…); il locale, infine, si chiamerebbe Midnite Cafe, in omaggio a quello gestito a metà tra Paradiso ed Inferno del mitico Papa Midnite…

    2) Il mio film perfetto?

    Seriamente, non si può rispondere a questa domanda, perché si presuppone che io abbia un gruppo di preferiti in ogni settore di produzione (il regista migliore, lo scrittore migliore, etc.), cosa che non solo non ho, ma non è nemmeno detto che le sinergie che si svilupperebbero tra tutti i miei top gun sarebbe perfette…

    Quindi rispondo tranquillamente… (sempre per il discorso della coerenza)

    Dark Gangways (Corridoi Oscuri)
    Una Produzione Kasabake Mindfucking Studios
    Produttori esecutivi Kip Thorne e Jordan Goldberg – Syncopy films)
    Regia Martin Scorsese
    Soggetto Kip Thorne, Aaron Sorkin e David Mamet
    Sceneggiatura Aaron Sorkin e David Mamet
    Genere Sci-Fi drammatico
    Scenografie Dante Ferretti
    Costumi Kym Barrett
    Musiche Michael Giacchino
    Effetti speciali Charlie Graovac, Tim Phoenix, Darren Shearwood
    Fotografia Emmanuel Lubezki
    Montaggio Lee Smith

    Cast:

    Anthony Hopkins e Michael Caine (nelle versioni del futuro dei due dottori); Mark Ruffalo e Jude Law (nei panni dei dottori del presente); Emma Thompson e Helen Mirren (le due ricercatrici del futuro); Jessica Chastain e Alicia Vikander (le due ricercatrici del presente); Hailee Steinfeld e Elle Fanning (nella parte delle sorelle scomparse nel tunnel spazio-temporale; Hugo Weaving (nei panni di Caronte, il traghettatore posto all’inizio dei Dark Gangways temporali; Brendan Gleeson (il meccanico quantistico che viene ucciso nel primo tempo).

    3) Il mio film preferito?
    Oh, non potendo essere il “film perfetto”, bensì il mio “preferito”, quindi quello che mi da più piacere guardare, per forza di cose dovrà essere un gulty pleasure di serie A, una goduria di film ma non stupido, una film che sprizza passione da tutti pori ma che non ti lascia l’amaro in bocca delle stronzate (come purtroppo è accaduto quando ho visto il remake di Ghostbusters, per dire, che se in Spy perdonavo a Feig le battute troppo stupide perché adoro Melissa McCarthy e ridevo a quelle belle, come quando la McCarthy definisce la Byrne una “ammaestratrice zoccola di delfini” e se la trama troppo stupida non mi preoccupava perché il film non voleva portaresla a spasso, nel nuovo Ghostbusters la mediocrità non è scusabile).

    Quindi partiamo anche ‘sta volta…

    Escort Super Power” (Due Super-Squillo a Beverly Hills)”
    Una Produzione Kasabake Mindfucking Studios
    Produttori esecutivi Jerry Bruckheimer, Pierre Lagrange e Stephen Marks
    Regia Phil Lord e Chris Miller
    Soggetto Evan Goldberg e Seth Rogen
    Sceneggiatura Evan Goldberg e Seth Rogen
    Genere action-comedy
    Scenografie Russell De Rozario
    Costumi Sammy Sheldon
    Musiche Tyler Bates
    Effetti speciali John Frazier
    Fotografia Brandon Trost
    Montaggio Roger Barton

    Cast:

    Margot Robbie e Amber Heard (nella parte di due escort di altissimo livello, con una clientela selezionatissima solo tra magnati della finanza e capimafia,  che un bel giorno acquisiscono entrambe dei superpoteri e decidono di diventare delle super eroine, combattendo il crimine a modo loro); Jonah Hill (nel ruolo di un nerd proprietario di una fumetteria, a cui le due escort supereroine si rivolgono per chiedere aiuto, in quanto esperto, sui loro costumi, sui nomi di battaglia e sul modo con cui devono atteggiarsi); Chris Pratt (nei panni di un vero super-eroe, che cerca di insegnare l’educazione e l’onestà alle due super-escort); Robert De Niro (al quale ormai fanno fare qualsiasi cagata, ma che potrebbe tranquillamente fare in modo esemplare la parte di uno dei capi mafia); Jason StathamVinnie Jones (due sicari incaricati di uccidere le super-escort); infine non poteva mancare come capo-yakuza l’immenso Kenneth Choi (un idolo, da The Wolf of Wall Street in poi, persino nel video degli OneRepublic “Wherever I go“)…

    4) Ladro di idee

     

    Sarebbe immensamente triste rubare un’idea, anche perché mi ritroverei sullo stesso gradino etico di uomini come Edison o Bell, ma ragionando per assurdo vorrei aver potuto scrivere la sceneggiatura di “2001 A Space Odissey” e non parlo solo del racconto di Arthur Clarke o del romanzo che crebbe con il film, ma proprio dell’idea nel suo complesso…

    5) In her/his shoes…

    Obama, senza esitazioni e senza alcun dubbio: vorrei essere per 24 ore Barack Obama, con il suo potere, la NSA ai miei piedi, un arsenale atomico da usare come spauracchio, il non aver paura di non essere rieletto, la stima internazionale ed il più grande sistema di controllo per la teleguida dei droni e dei puntamenti dei satelliti… ed allora per alcuni sarebbero davvero caxxi amarissimi… Oh, si, dammi tutto questo per 24 ore e dopo 20 avrei già finito…

    6) The perfect work

    Avete presente il film “The Giver“? Quello di Phillip Noyce tratto dal primo romanzo della trilogia scritta da Lois Lowry? Se lo avete presente, conoscerete il personaggio del donatore (il giver appunto) , interpretato da un sentito Jeff Bridges, che è la memoria etica di quel micro-mondo… ecco, io vorrei fare un lavoro così, essere una specie di “ricordatore” ed ovviamente, se possibile, vivere in eterno (un benefit piccolo, piccolo, che mi sentirei di chiedere… se poi non si può, va bene anche connessione da 10 giga per sempre… gratis).

    Il giver è già preso? Ok, allora lo sceneggiatore di film e  fiction.

    7) My life – the movie

    Premetto che la mia vita potrebbe stare benissimo in un episodio di Don Matteo, ma se proprio volessi fingere di essere un popò di perosnaggio pubblico, beh, allora non avrei dubbi: vorrei che facessero un biopic cazzutissimo, graffiante e profondo, stile “The Social Network”… alla regia mi starebbe bene Fincher ed alla sceneggiatura un caustico Paul Schrader, magari tenuto sotto controllo da un più lucido Peter Morgan.

    8) Una domanda per Dio

    Hey, God, are we alone? Really?

    9) I Fantastici Sette (Durante una nottata di bagordi e bisboccia, il Dottor Manhattan nel momento più basso della sua lucidità, decide di dare vita alle più grandi minacce che si siano mai viste nelle storie di fantasia: alieni, demoni, mostri, cyborg, gremlins, l’omino della pubblicità dei Marshmallow e perfino la Banda Bassotti.
    Rendendosi conto del danno fatto però, decide di dar vita a 7 individui scelti da qualsiasi media esistente [cinema, letteratura, videogiochi, fumetti, cartoni animati…] per formare una super squadra per la salvezza del mondo.
    Ovviamente questi 7 individui dovranno essere scelti da te, sapendo quindi che la potenza non è tutto e che scegliere tutti pesi massimi come Super Sayan o con poteri divini come lo stesso Manhattan non è per forza la soluzione, quali sarebbero i 7 personaggi che sceglieresti? E come chiameresti questo formidabile team?)

    Premetto che, in questo periodo, mi inviti a nozze con una domanda come questa, dal sapore anche letterario e fumettistico (l’ambiente perfetto sarebbe quello degli Straordinari Gentiluomini di Moore) e concordo sul non mettere assieme dei semi-dei ultra-potenti e basta, altrimenti fine del divertimento e fine dei giochi… ci vuole un dream team particolare, qualcosa del tipo uniti contro l’Apocalisse, senza tempo da perdere tra bisticci ed atteggiamenti da principi di sangue, quindi, anzitutto ci vuole un capo, che sia uno stratega, ma non un genio filosofico o letterario (altrimenti non verrebbe rispettato dagli altri uomini e donne di azione…), quindi un militare, ma non un fantaccino, non uno yesman in divisa, no, qualcosa alla Frank Castle ma sano di mente, onesto ma non buonista, capace di sporcarsi le mani con gli intrighi ed i sacrifici, ma che conosca l’obiettivo finale… in una parola, il mio capo  è Fury, Nick Fury.

    Poi vorrei nel team un genio, qualcuno che davvero conosca le leggi della fisica e che sappia alla bisogna anche spiegarle agli altri, qualcuno che abbia quel respiro cosmico che permetta di vedere aldilà ed il mio uomo è Stephen Hawking.

    Adesso ci vuole la forza pura, il potere quasi senza limiti ma dal volto umano, uno capace di creare le maree, di sollevare una nave o di fermare un tornado, ossia un superuomo, anzi, il superuomo per eccellenza… Superman.

    Ho evitato fino alla fine di cedere alla tentazione di usare Lobo, ma uno che ha distrutto un intero mondo solo per un futile motivo è più uno scherzo che un eroe, sul serio (fighissimo, senza dubbio, ma dai…), mentre mi sono diretto a questo punto verso un personaggio che riassume in sè tutte le caratteristiche della dominazione possobile dell’essere umano sugli elementi naturali, in una perfetta sincresi, ovvero l’Avatar della trilogia di animazione da cui Shyamalan trasse il suo film “The Last Airbender“.

    Parliamo di Fine del Mondo, delle Mura di Gerico che crollano, non possiamo mettere in campo dei lottatori o dei ginnasti (Batman, Daredevil, Jessica Jones, Luke Cage, Iron Fist…), ci vuole qualcosa che esca dal seminato, con poteri enormi ma assieme limitato e soprattutto capace di controllare potenze stellari: Silver Surfer.

    Qualcosa di umano deve comunque restare anche nell’uomo più potente e quindi adesso la mia scelta deve cadere su un essere capace di portare il testimone dell’intera umanità, con la capacità di accedere a tutte le memorie di tutti i suoi antenati, ovvero Paul Atreides, Paul Muad’dib, il Kwisatz Haderach di Dune.

    Manca una donna e che donna sia, ma con i fiocchi, una Black Widow, una Wonder Woman, un’infermiera Joy, una Marvel Girl/Phoenix, una Banshee, ma senza la tutina, piuttosto con la magia, quindi vada per Dama Galadriel di Arda, la nostra elfa cazzutissima da Tolkien!

    Un improbabile super-gruppo, che non ci farà chiamare questo ensemble Gli Improbabili e nemmeno i Fantastici Sette (dai, non si può…), ci vuole qualcosa più alla Defenders, un estremo baluardo, una linea Maginot, un Piave dove si ferma lo straniero…Last Defense Squad penso che potrebbe andare… (con il logo con su scritto impossible is possible)

    10) Toy Story (Se potessi tornare bambino e se avessi lo speciale potere di conferire la vita agli oggetti inanimati, quale sarebbe il giocattolo/i a cui vorresti donare la vita?)

    Qui mi fermo, tiro il freno a mano, scendo dall’auto (c’ero?), mi prostro a terra (non verso la Mecca, che magari si equivoca) e mi genufletto al maestro Lapinsu, perché qualsiasi risposta oltre la sua è inconcepibile: quindi anch’io dico le LEGO!!!

    11) Genio, sei libero!

    Dopo tanto gioco e divertimento e generosa partecipazione, mi permetto ora una botta di egoismo senza fine, un sogno che è proprio dell’umanità stessa, il massimo immaginabile e l’arroganza fatta principio divino… il desiderio che terrei tutto per me, nella speranza che i millenni mi aiutino a trovare soluzioni per tutto il resto è infatti il dono dell’Immortalità… sono una brutta persona?

    Grazie di tutto, PizzaDog: mi sono divertito un sacco!!

    P.S. Aiutami a correggere le bozze e se trovi tanti errori di battitura, togliene qualcuno se puoi!

    Liked by 1 persona

    • Grandissime risposte, davvero 😀
      Onestamente non mi aspettavo rispondessi così tempestivamente, vista la tua riluttanza verso i Tag-giochini e gli impegni con il tuo “KAsabake The Gathering” [che dovendo essere onesti non può essere classificato come tag-game! È più un’esperienza collettiva, virtuale, un avventura di fantasia radicata e guidata da personalità reali, come un “second life” ma meno passivo e in qualche modo anche meno falso. No no, non è per niente un tag-game 🙂 ].

      Ma venendo alle tue risposte:
      1) Midnite Cafè, che sciccheria! Lo frequenterei sicuramente [se mai ne fossi degno, of course U.U ];
      2) Il film perfetto per definizione non può esistere, però immaginavo, avendo i mezzi, di fare qualcosa che fosse il più vicino possibile al “bello”. Un bello oggettivo non soggettivo. Ma è un impresa pure così 🙂
      3) “Escort Super Power” è appena diventato il mio film immaginario preferito 😀 Se fossi un produttore lo metterei subito in cantiere, fregacazzi degli incassi e delle critiche!
      5) Yes, you can Kasa!
      6) The Giver mi manca e non so se ho ben capito bene il tipo di incarico a cui ti riferisci [mi sono pure visto il trailer…ma non aiuta più di molto].
      Cioè in pratica custodisce i ricordi di tutta la storia dell’umanità?
      11) Risposta interessante. Classica ma interessante. Personalmente non sopporterei di vivere in eterno, ci ho pensato svariate volte [come tutti immagino] ma la risposta è sempre la stessa. A stento riuscirei a sbirciare il futuro se mai me lo proponessero [e se mai fosse possibile], figurati viverci! Non è tanto l’idea del futuro in se, dovendo fare filosofia io tecnicamente vivo già in un futuro, eppure non lo so, ho sempre provato una certa malinconia pensando a quello che potrebbe essere il domani mio o di questo mondo. Non è pessimismo [magari il futuro sarà più bellino del nostro presente] è solo una questione di tempi. Io voglio fare il mio e poi chi s’è visto s’è visto 🙂

      Grazie 1000 per aver trovato il tempo per rispondere Kasa! Spero ti sia divertito quanto mi sono divertito io a scriverle 😀

      Liked by 1 persona

  4. Io mi sono divertito un mondo, sappilo ed i miei impegni vacanzieri, familiari, lavorativi, spaziali, intergalattici (and so on) non mi avrebbero mai potuto impedire di rispondere a te come non mi hanno impedito di rispondere a suo tempo a Blackgrrrl, perché semplicemente vi adoro entrambi.
    Stop, se no mi commuovo… sigh!

    1. Tu saresti tra i primi soci orari…
    3. Escort Super Power è un must… ti immagini Hill che fa da giudice dei costumi di Margot e Amber, portando delle cover di comics ad esempio? Oppure Pratt che rimane sconvolto dal mestiere delle due tipe?
    6. Si è un custode

    Buon week!!

    P.S. Stay Tuned sul resto…

    Mi piace

  5. Wohaa! Le tue domande sono fantastiche, mi hai convinta pure a rispondere direttamente sul mio blog! Spero di poterlo fare quanto prima!
    E adoro anche le tue risposte: per quanto riguarda la 3 e la 8 siamo gemellini, haha! E invece con il fattore caldo siamo proprio agli antipodi: odio il freddo, l’inverno e tutti gli annessi e connessi! XD

    Liked by 1 persona

    • No io invece AMO le stagioni fredde! Appena scende la temperatura mi metto a cantare all’aperto che in confronto Frozen non è niente 😀
      Non vedo l’ora di leggere le tue risposte, fai un fischio quando le pubblichi 🙂

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...