QUARANTENA – LA RECENSIONE

Verità.

Non sono uno che segue molto il mercato filmico asiatico. Finché si parla di film come PARASITE con un’eco enorme e una visibilità internazionale ancora ancora, ma solitamente sono uno di quelli che si interessa a certi film solo dopo che ne hanno fatto dei remake (tipo THE GRUDGE o THE RING tanto per fare due esempi banali). Se è così per i film, figurarsi per le serie!

Di questo serial cinese, QUARANTENA, ne avevo sentito un po’ parlare a inizio anno (come tutti) ma non ci avevo dato troppo peso (come tutti…sigh). In parte perché non era il mio genere, in parte perché avevo altre cose a cui pensare tra lavoro, amici e gli impegni di tutti i giorni e non ho avuto tempo di interessarmene. Avevo pure lasciato a metà la fiction sull’Australia in fiamme quindi figuriamoci iniziare una serie nuova (fortuna che quella sulla terza guerra mondiale è stata cancellata, se no mi toccava mettere in lista pure quella).
L’arrivo del remake italiano però è stata una buona scusa per dargli un’occasione (e poi in rete non si parlava d’altro) e devo ammettere che una volta iniziata, volente o nolente, è stato difficile smettere di seguirla.

Ma andiamo con ordine

2020-sognilucidicomics

Ricco di nuove serie questo 2020 eh?

La trama è molto semplice: un virus chiamato Covid-19, comincia a dilagare infettando migliaia di persone e mietendo vittime dapprima in Cina (strizzata d’occhio geniale in riferimento alla serie originale) e poi in tutti e cinque i continenti fino ad invadere l’intero globo. Questa epidemia, sfociata poi in pandemia, porta il mondo intero a una quarantena improvvisa costringendo le persone a restare rinchiuse in casa con tutti i problemi e i disagi del caso.

quarantena-shining

Le premesse, quelle rassicuranti…

Gli episodi sono stati rilasciati uno alla volta (uno al giorno) andando controcorrente con le nuove usanze di piattaforme come Netflix o Prime che rendono disponibili da subito le serie nella loro interezza. Scelta coraggiosa che ci ha permesso, secondo me, di seguire la serie passo passo tutti insieme come si faceva una volta (quando le trasmettevano in tv…feel old yet?) permettendoci così di condividere gli sviluppi della trama all’unisono ed evitando che qualcuno se la facesse fuori tutta d’un fiato, spoilerando poi magari sul web (qualcuno ci ha anche provato a spoilerare, ma erano per lo più fake).

La trama prosegue per tutta la prima stagione in modo abbastanza lineare, quasi piatta, con qualche guizzo e colpo di scena qua e là (come l’assalto ai supermercati, belle scene d’azione) ma senza mai sfociare in qualcosa di veramente interessante. Dopo i primi episodi infatti, la storia si fa ripetitiva con personaggi che non subiscono mai una vera evoluzione.

quaratena-karate-kid

A farla da padrona sono le ambientazioni, location da tutte le parti del mondo come non se ne erano mai viste, degne della migliore fiction post apocalittica.

Molto interessante anche la colonna sonora dove si è deciso di adoperare performance dal vivo degli stessi personaggi (chi bravo, chi meno) con giusto qualche partecipazione speciale di qualche artista famoso. Il problema è che si perde subito l’effetto novità e alla lunga risulta anche questa un po’ ripetitiva tant’è che poi viene abbandonata a se stessa. Peccato, una bella idea sfruttata male.

Che poi è il vero problema della serie. Tante, troppe idee, tutte buttate nel calderone ma nessuna spiegata mai in modo chiaro o sviluppata a dovere, a cominciare dai personaggi principali.

quarantena-conte

Quasi tutti i protagonisti hanno motivazioni poco chiare, da Giuseppe fino a Donald che almeno strappa qualche risata (è protagonista di alcune delle gag migliori della serie). Per non parlare di Boris, personaggio emblematico (un inaspettato anti-eroe) che sembrava dovesse essere un personaggio chiave della storia  invece scompare a metà stagione per poi ricomparire verso la fine. Mah.

boris-positive

Molto fine a se stessa anche il cameo di Benedetto XVI che si ritaglia una particina a storia inoltrata, tanto per far felici i fan (di fatto non influisce con lo svolgersi della trama, puro fanservice). Vista la presenza del papa, mi aspettavo anche un’apparizione dell’Altissimo che alla fine però non c’è stata (si dice per problemi contrattuali). Peccato, chissà magari nella seconda stagione lo convincono a partecipare.

Stesso discorso per la regina UK, ma avrà avuto sicuramente le sue motivazioni.

151734801-9e42ec86-4528-4194-87b7-bb3fa1a5f71e

Daje Betta!

Ovviamene c’è anche qualche nota positiva, un sacco di tormentoni divertenti (sul web già impazzano i meme…giusto qualcuno…) ed è stato interessante vedere molti personaggi collaborare tra loro per far fronte ai mille problemi e disagi che gli si presentavano ogni giorno (anche se, a stagione conclusa, ci sono ancora tante questioni rimaste aperte che andranno risolte nella seconda). Per non parlare degli eroi, silenziosi personaggi non-protagonisti, non sono mai al centro della storia ma si può dire che hanno retto da soli l’intera serie.

quarantena-superman

Sul web si leggono già molte indiscrezioni e fake news sul futuro della serie, tra cancellazione, nuovi episodi e addirittura spin-off. Una seconda stagione è già prevista e dovrebbe uscire il 4 Maggio ma la trama è ancora avvolta nel mistero. Personalmente credo che gli darò una seconda occasione (è diventato un mio personale guilty pleasure) più che altro perché ora voglio sapere come va a finire! 😀

In definitiva comunque, la serie è interessante ma nulla di eccezionale. Diciamo che non è una di quelle serie che, appena finite, ti fa venir voglia di riguardarle, ecco.
Ha avuto grandi premesse ma si poteva fare di più e si poteva gestire meglio un po’ tutta al storia.
Un po’ come LOST.

Ed è un peccato perché proprio come la serie tv creata da J.J.Abrams, aveva il potenziale per diventare qualcosa di memorabile che avrebbe fatto “scuola” ad altre serie future, ma la mia paura è che, dopo il boom iniziale, l’interesse andrà a scemare facendo finire la serie nel dimenticatoio e riportandoci ai fasti dei serial precedenti. Ma è solo una mia impressione, i nuovi episodi potrebbero stupirmi. Chissà!
Per un giudizio definitivo quindi direi di aspettare, incrociamo le dita e vediamo cosa hanno in serbo per noi per questa famosa fase 2…

Stagione!

Volevo dire stagione 2.

Scusate il refuso.

89357551_234633911002160_2495566520376580084_n

13 thoughts on “QUARANTENA – LA RECENSIONE

  1. GENIO!
    Personalmente ho apprezzato molto anche la scena d’azione alla stazione di Milano, così anglosassone nel suo uso delle comparse e nei tempi narrativi. Ho adorato la sua regia così sporca, quasi rubata, e il tono crepuscolare della sceneggiatura che sembrava voler mettere in scena il collasso di una civiltà. Peccato che come linea narrativa non mi sembra sia stata seguita granché.
    Comunque anche io voglio vedere come va avanti. A volte mi prendono in giro quando dico che non voglio uscire per seguire una serie tv, ma ormai è diventata una vera e propria malattia.
    Ultima cosa: purtroppo, come hai detto, la serie sulla terza guerra mondiale è in development hell, ma sono fiducioso, basta aspettare che arrivi qualcuno davvero motivato e sicuramente almeno una stagione, prima o poi, ce la faranno vedere.

    Piace a 1 persona

    • Hahahaha thanks 😂
      È vero, la grande scena di fuga generale è stata uno dei momenti più adrenalinici della serie! Peccato che questo, come altri, fossero tutti fini a se stessi che non hanno contribuito ad un avanzamento effettivo della storia…
      Per quanto riguarda WW3 (titolo di lavorazione) più la ritardano e meglio è. Cioè che ci diano un po’ di respiro, con tutte queste serie in uscita non si riesce quasi più a vivere 😅

      "Mi piace"

  2. Questa volta, mitico PizzaDog, mi hai lasciato davvero spiazzato: non sapevo nulla e nulla so ancora di questa serie!
    Ho letteralmente divorato il tuo post (scritto con il tuo abituale stile irriverente e molto pop, giacché scrivere belle recensioni è per te come andare in bicicletta ed una volta imparta l’arte non l’abbandoni!), ma ho provato un po’ di rammarico (da ignorante dell’oggetto) di non trovare alcun riferimento sul cast tecnico ed artistico, sugli autori e sul network che lo ha prodotto, sia in originale che nella versione remake.
    Mi puoi dare qualche informazione aggiuntiva?

    Piace a 1 persona

    • Maestro, devo fare ammenda e togliermi la maschera da ingannatore. Purtroppo (o per fortuna?) non posso indicarti alcun network ne cast tecnico in quanto non esiste alcuna serie tv.
      Quella delle recensione è stata solo un mezzo per descrivere questo periodo storico che abbiamo appena passato e che in parte stiamo ancora passando. Visto dal mio punto di vista, sia chiaro (come pure lo erano le recensioni…non esistono verità ma solo punti di vista, non c’è il “giusto” ma solo il “gusto”).
      Niente fiction quindi, solo la cruda realtà, infiocchettata e, perché no, in parte anche schernita dalla mia recensione 🙂

      "Mi piace"

      • Davvero?
        Ed io invece che ci ho sperato, che ho fantasticato su web serie note solo a te che sei un noto surfista del web, pensando anche alla versione italianizzata di qualche fiction straniera come un format copiato ed adattato (tipo il film di Genovese, The Place)…
        Ammetto candidamente di essere caduto come un pollo (ma un pollo grosso come un tacchino da giorno del Ringraziamento!) nella tua magnifica retorica, che ora, alla luce della tua rivelazione (tale, per altro, solo per me, visto che tutti gli altri commentatori non hanno nemmeno per un istante avuto esitazioni), mi appare chiara ed anche divertente nella sua satira di costume quale è sempre stata…
        Che figura, amico mio, che figura… Mi sembra d’essere uno di quelli che annaspava cercando soluzioni al quesito infantile “Di che colore era il cavallo bianco di Napoleone?”

        "Mi piace"

  3. Accidenti! Una serie tv che aveva effettivamente un potenziale artistico enorme. Peccato che non sia stato sfruttato appieno e che i personaggi fossero per lo più ubriachi e avevssero un comportamento ambiguo. Si poteva fare effettivamente di più.

    E comunque mi sei mancato! E’ più di un anno che ti aspetto! (se non sbaglio l’ultimo articolo che avevi fatto risaliva proprio a questo periodo). Mi hai fatto morir dal ridere!

    Piace a 1 persona

  4. E’ sempre un piacere leggerti e ritrovarti, caro pizzadog.
    Mi capita raramente, ma talvolta quando leggo una cosa bella mi coglie un pizzico d’invidia perchè vorrei averla scritta io o almeno essere in grado di farlo… Questo è uno di quei rari casi.
    Non me ne volere, però, sei stato troppo bravo!!!!

    PS: comunque anche season 2 mi pare deludere le aspettative premsse. Speriamo che la terza sia migliore, e soprattutto l’ultima!

    Piace a 1 persona

    • Ma speriamo la concludano subito. Quando le serie si trascinano per troppe stagioni non finisce mai bene…
      Fuori dallo scherzo, è sempre un piacere “rivedere” voi vecchie conoscenze 🙂 voi che portate ancora avanti il fiume di wordpress. Mi mancate. E a volte mi manca anche scrivere e quindi torno di tanto in tanto (ma molto di rado…mi è stato fatto notare che l’ultima volta è stato addirittura un anno fa XD ).

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...