…AND I AM BLACK WIDOW

Io me lo ricordo quando è stato annunciato il casting per Vedova Nera.

Mammamia sembro un vecchio a dire queste cose. “Io c’ero“.
Ma è così, c’ero e me lo ricordo quando Scarlett Johansson fu annunciata per il ruolo di Vedova e mi ricordo quello che si diceva nei sobborghi dell’internet tra blog, social e forum: è stata presa per il bel faccino.

Non che Natasha Romanoff non dovesse essere una bella ragazza ma era la prima volta che il personaggio appariva sul grande schermo (o sullo schermo in generale…ci avevano provato a fare una serie tv sull’accoppiata Vedova/Daredevil negli anni ’70 ma non se ne fece nulla) e tutti speravano in una ragazza bella ma tosta. Cazzuta.
Milla Jovovich era la favorita dai fan per il ruolo, tutti speravano venisse presa lei ma poi a sorpresa: “Scarlett Johansson ufficialmente come Vedova Nera in IRON MAN 2“.

Per il bel faccino.

Ed era difficile non pensarlo. All’epoca era celebre ma non famosa, aveva già fatto molti film ma quasi tutte commedie/drammi romantici e quasi sempre aveva il ruolo di “bella ragazza”. E questa era la sua primissima esperienza in un film supereroistico o action in generale (aveva fatto THE SPIRIT ma sorvoliamo per il bene di tutti). Oggi fa quasi tenerezza vedere come era impacciata e per nulla a suo agio in costume e con due pistole in mano. Ricordo benissimo un dietro le quinte dove Favreau le faceva ripetere un ciak non so quante volte per una scena semplicissima (doveva sfondare una porta col piede ed entrare con le pistole puntate…se trovo il video ve lo linko).

Minuto 15:07

E pensare che non era nemmeno la prima scelta. La Marvel voleva Emily Blunt per il ruolo! Ma a causa di altri impegni non potè partecipare e quindi optarono il piano B: Scarlett Johansson.

Il bel faccino.

Negli ultimi 10 anni ha continuato a interpretare periodicamente il personaggio smussandolo sempre di più e sentendolo sempre più suo. Da spia fredda e un po’ ingessata in IRON MAN 2 ad agente segreto pronta a fare squadra con altri super tizi in THE AVENGERS (un po’ più a suo agio a condividere lo schermo coi colleghi).
THE WINTER SOLDIER è stato sicuramente il film decisivo. Più sicura di se, più tagliente, più sarcastica e anche parecchio cazzuta, con quel sorrisino che ti fa capire che quello che sta per fare farà parecchio male.

Scarlett Jo sembra quasi divertirsi ora a interpretare il personaggio, l’ha reso suo come Robert Downey Jr. ha fatto con Iron Man. Sembrano lontanti i tempi dove non sapeva impugnare una pistola, ora entra ed esce dal personaggio come vuole. Gira una scena d’azione e subito dopo ride e scherza con la troupe per poi tornare subito nella parte.

Passano gli anni, passano i film ed arriviamo ad ENDGAME, il viaggio di Natasha si conclude, riesce finalmente a redimersi e a cancella quella famosa nota rossa e si sacrifica per il suo migliore amico nonché per l’universo intero. E Scarlett sarebbe pronta a salutare il personaggio, sembrava avesse dato tutto…ma c’era ancora una cosa da fare. Quasi uno sfizio (in realtà desiderio tanto della Marvel quanto dei fan) un film che portasse il suo nome e che la vedesse protagonista.

E ci voleva.

Lontana dai colorati super colleghi e dai drammi da fine del mondo, quello di Vedova Nera è un film che parte silenzioso, freddo e che sembra più ambientato nell’universo di Jason Bourne che in quello Marvel (i titoli di testa sono quelli, la colonna sonora pure, un po’ di fotografia…e pure l’antagonista). E Scarlett ci regala la sua Vedova definitiva: silenziosa, ironica quel tanto che basta, severa quando serve esserlo.
Come Hugh Jackman col film LOGAN, sembra quasi che Scarlett si tenesse questa Natasha nel cassetto, frenata da film e storie che non fossero sue, pronta a sfoderare artigli e urla in scene d’azione da far invidia ai super colleghi (fa più male un naso rotto qui che un pugno di Hulk altrove).

Io davvero non le capisco le critiche di chi voleva un film più epocale, rivoluzionario, decisivo.
È ed è sempre stato concepito come film su Natasha, sul suo passato e la sua vita. Ambientato per altro molti anni prima dell’arrivo di Thanos e del blip.

Non doveva/voleva essere l’inizio di una nuova saga cosmica, non doveva introdurre il prossimo super big boss finale, non doveva dare vita a sto benedetto multiverso. Era la tanto agognata avventura in solitaria della prima super eroina del MCU, dopo Tony probabilmente l’amica più vecchia che abbiamo in questo universo cinematografico.

E cazzo è stato all’altezza.

Cate Shortland è stata all’altezza, regista conosciuta per…mmh no, nulla, ma che è riuscita a girare scene d’azione come non se ne vedevano da THE WINTER SOLDIER (ad oggi ancora il miglior stand alone della Marvel. Punto).
Florence Pugh è stata all’altezza, la nuova giovanissima arrivata che in più di un’occasione è riuscita a rubare la scena (senza distogliere l’attenzione) alla nostra protagonista Vedova (e scusate se è poco) interpretando un personaggio tutto pepe e frecciatine, una ragazzina un po’ rozza, tagliata grossa che i fan già non vedono l’ora di rivedere.
Sono stati all’altezza Harbour e Rachel Weisz. Lui un divertente gigione, un Capitan America ubriaco e rumoroso, espediente comico del film (Yelena è evidente figlia di suo padre). Più sottile e moderata la Weisz che lascia le scintille e le acrobazie agli altri per dedicarsi a una parte più silenziosa ma ugualmente di rilievo (pilastro silente del gruppo, Natasha è invece tutta sua madre).
E funziona l’idea di costruire il film attorno a questo nucleo familiare, questa specie di famiglia Cortez (Spy Kids) con più vodka e meno Banderas, con più conti in sospeso che altro ma che alla fine funzionano benissimo sia nelle parti drammatiche che quelle comiche che quelle dramma-comiche (Yelena/Alexei è un’accoppiata che voglio rivedere)

Ma soprattutto funziona lei, la nostra Vedova.

Se Tony Stark è stato il padre dell’universo cinematografico Marvel, il seme da cui è nato tutto, il capostipide, l’Adamo, Natasha ne è sicuramente la sua Eva.

Nata letteralmente da una costola di Iron Man (Iron Man 2) è stata la prima donna rilevante e c’è stata dall’inizio alla fine, all’Endgame.
Scarlett Johansson è tornata periodicamente a indossare i succinti panni (ogni volta sempre meno succinti) di Natasha aggiungendo ogni volta qualcosa al suo personaggio, crescendo off-screen come molti altri characters che purtroppo non hanno (ancora) trovato il loro grande spazio (ma le serie arriveranno in loro aiuto) altalenando film Marvel a numerosi altri progetti.

La filmografia di Scarlett Jo è da fare invidia, ha lavorato con alcuni dei più grandi registi di questo secolo (Woody Allen, Brian De Palma, Chris Nolan, i fratelli Coen, Luc Besson giusto per citarne alcuni) recitando in film drammatici e film d’azione passando per fantascienza, commedia, film romantici, thriller e qualsiasi cosa sia AVE, CESARE.
E l’ha fatto sempre tornano in casa Marvel, dalla sua famiglia cinematografica, da zio Kevin e dai fratelli Avengers, sempre col sorriso, sempre entusiasta, sempre più coinvolta anche dietro le quinte (questo film la vede anche in veste di produttrice e pare sia stata proprio lei a suggerire la Shortland come regista). E l’ha fatto senza quella paura di rimanere bloccata e/o legata ad un personaggio pop e senza quella spocchia che alcuni attori (o registi) sviluppano verso film più commerciali, nonostante la sua carriera da IRON MAN 2 ad oggi sia letteralmente ESPLOSA, sia come fama (è una delle star più famose al mondo) che professionalmente affermandosi come attrice e arrivando alle due candidature Oscar dell’anno scorso per JOJO RABBIT e STORIA DI UN MATRIMONIO (due candidature come migliore attrice arrivate nello stesso anno per due film diversi).

Mica male per un bel faccino.

7 thoughts on “…AND I AM BLACK WIDOW

  1. E’ un delitto.
    Pizza ha postato un articolo da oltre 24h e nessuno a scritto un commento, una riga, nemmeno un emoji (non metto l’apostrofo immaginando che ‘emoji’ sia un termine machile)
    ((si, se volete potete latrare che lapinsù è uno sporco sessista perchè immagina senza cognizione di causa che un termine a lui ignoto sia aprioristicamente maschile anzichè femminile).
    Dicevamo: pizzadog, post, nessun commento.
    Blasfemia.
    Oltraggio alla corona.
    Vilipendio alla divisa.
    Vergogna.

    Io già sfregavo le mani… immaginando i tanti amici blogger con cui scambiare opinioni e invece sono il primo.

    Come ti dicevo nell’altro post, amico pizza, stiamo invecchiando. Ci ritroviamo solo per i funerali. E se non è morto nessuno ci ritroviamo in pochi, perchè i più hanno cateteri, girelli e badanti da tenere a freno.

    Meglio pochi ma buoni. Però.

    Provo ad andare “on topic”. Vedova Nera. Scarlett. Florence. E soprattutto lei. Rachel.
    Tripletta di gnoche per tutti i gusti: la bella totale, la gemma appena sbocciata, la MILF che paga ancora da bere a tutte. Due giri di bevute. Forse perfino tre. Sicuramente quattro per Lapinsù.

    Black Widow è un bel film, tanto bello quanto inutile. Aggiunge poco, illumina il minimo, diverte il giusto. Siamo lontani dall’epica stanca del MCU (e questo per me è un grandissimo +) ma certi stereotipi che si sovrappongono da quasi 3 lustri (diocomesiamovecchi) mi avrebbero anche un po’ stufato (e questo per me è enorme -).

    I filme marveldisney sono belli, piacciono, divertono. Ma sono come un hamburger McDonalds: lo mangi per toglierti lo sfizio, lo mangi perchè lo mangiano tutti, lo mangi perchè non avevi di meglio da fare, lo mangi perchè l’insegna per strada era talmente grossa che, cazzo, stavi quasi per andarci a sbattere. Nessun rimorso, in fondo è buono, ma nemmeno nessun glorialpadre, in fondo hai mangiato di meglio.

    CHIOSA SU SCARLETT: è divina. Ha l’innata capacità di rendere epico qualunque personaggio cui presta il suo fantastico visino. E’ brava, poco da dire. Forse è l’ultima grande DIVA, l’ultima che potrebbe tornare indietro alla golden-age di Hollywood e non sfigurare.

    CHIOSA SU RACHEL: ha passato i 50 ma amemitiraancoracome20annifa. Nella scena iniziale, quella dove fa la mammina premurosa che dispensa bacini per far passare la bua, a me faceva sangue. Sto messo male. Lo so. Invecchiano loro, ma invecchio pure io.

    Un abbraccio pizza. Leggere un tuo post è sempre un ventata di freschezza!

    Piace a 1 persona

    • Amico Lap, il desertico vuoto nello spazio commenti credo sia la diretta conseguenza di chi non si fa vivo da anni e se ne esce con un post così da nulla XD Un po’ come un amico che non si fa sentire da anni e decide di organizzare una festa…a sorpresa…a casa sua…senza avvisare nessuno. Normale che appunto non ci venga nessuno 😀
      Ma la cosa non mi sconvolge ne mi turba. Non ho nemmeno pubblicizzato troppo la cosa, mi era solo tornata voglia di scrivere (sarà stata la mancanza della sala, sarà stato che il film è piaciuto più a me che a tanti altri…sarà la tripleta di cui sopra XD), voglia di dire qualcosa a nessuno su un film che mi era piaciuto. Un po’ come agli inizi del blog (o di ogni blog, suppongo).

      Ma bando alle ciance. Capisco il tuo discorso sul MCU e lo condivido anche. Infatti io lo spider-film post ENDGAME l’avevo visto con la stanca addosso…era letteralmente troppo presto, avevano appena spento le luci del concerto più grande di tutti i tempi e volevano che assistessi alla prova musicale della garage band del cuginetto sfigato…eddai (e glisso sulle serie tv perché sono 3 prodotti totalmente diversi con pregi e soprattutto difetti totalmente diversi e il discorso diventerebbe lungo). Questo film però boh…mi è piaciuto parecchio XD Nonostante l’asticella della spettacolarità, degli intrecci e dell’universo sia ormai altissima dopo l’ultimo Avengers (e forse ormai irraggiungibile per film stand alone).
      La prova del nove credo lo avremo col prossimo film, SHANG CHI: Personaggio nuovo, semi sconosciuto, aspettative basse, trailer non così coinvolgente. Vedremo se riusciranno a tirare fuori qualcosa di originale e coinvolgente o se sarà solo un ennesimo McMenù da consumare con le bacchette.

      "Mi piace"

      • Effettivamente la tua lunga assenza non ha aiutato, e infatti mi accorgo solo ora di questi tuoi non più tanto nuovi post, ma per fortuna i blog non scappano e c’é sempre tempo per rimediare. È anche vero che non guardo più il reader di wp come una volta.
        Black Widow ancora non l’ho visto, l’ho iniziato ma anche tolto dopo 20 minuti scarsi, lo recupererò più avanti quindi mi astengo dal dargli un giudizio. Vorrei piuttosto rispondere alla questione Marvel come McDonald, anche io lo condivido parzialmente ma non capisco nemmeno cosa aggiungerebbe al discorso e al giudizio del film, per il semplice fatto che lo stesso si potrebbe applicare ad un migliaio di film che infestano i cinema ogni anno ma si dice sempre e solo dei film Marvel Studios (nemmeno Marvel in generale, anche quando quelli di altre case fanno proprio schifo si tende a giustificarli, vedi Dark Phoenix), francamente, e non mi riferisco a nessuno in particolare qui ma è una cosa che spesso salta fuori, mi pare una sorta di spocchia pari a quella di cui parla PizzaDog da parte di alcuni attori nel suo pezzo.
        Ribadisco, Black Widow non l’ho visto e magari mi farà schifo.

        Piace a 1 persona

      • Hai detto bene, non aggiunge di nulla alla valutazione di un film. Tant’è che ci sono saghe che bolliscono già con il secondo o terzo capitolo e saghe che invece arrivano a fare milioni anche al 10imo o 25esimo film (la Fast saga, 007) segno che la gente non è ancora stanca.
        Infatti le critiche di chi va a vedere il film di una saga lamentandosi che fanno parte di una saga non le capisco. O meglio, capisco la critica ma non può condizionare la valutazione del singolo film. Seguendo la metafora del Mc, puoi andare a mangiare tutti gli hamburger che vuoi, ma non puoi lamentarti se poi ti ritrovi bambini urlanti e rompipalle. Cioè è nel dna del McDonald e ne sei consapevole ben prima di andarci, la tua “valutazione” sul panino dovrebbe essere solo sul panino, non su quello che ci sta intorno.
        Va bè, basta parlare di hamburger che mi viene fame XD
        Appena lo recuperi fammi sapere cosa ne pensi di questo film. Personalmente (e contrariamente al resto del mondo a quanto pare) sto preferendo questi capitoli più stand alone e terra terra (come Falcon, Hawkeyeo o appunto Black Widow) rispetto ai filmoni progettoni che devono cambiare per sempre l’universo Marvel ma che poi di sostanza hanno ben poco (koff koff…Loki…koff koff). Ma va bè, gusti personali.

        "Mi piace"

  2. Sono d’accordissimo con quello che hai scritto! E’ un film sicuramente imperfetto, sicuramente con i suoi difetti e le tare che da sempre i film MCU si portano dietro (e di cui ormai è inutile continuare a lamentarsi, secondo me, fanno parte del DNA), ma mi è piaciuto davvero molto. E’ stato un bellissimo omaggio a quello che è stato uno dei personaggi più importanti della Saga e che in Endgame, nonostante la bellissima scena del suo sacrificio, non è stato celebrato come avrebbe dovuto, visto che subito dopo la sua morte c’è l’ansia dell’usare le Gemme, poi la colossale battaglia e infine la morte di Tony che sovrasta tutto. Era doveroso, insomma, fare un tributo a Vedova Nera, e secondo me si è scelta la storia giusta raccontata nel momento giusto per farlo, risultando in un film, per me, inaspettatamente violento, brutale e quasi sanguigno.
    Sarà triste non rivedere più Scarlett Johansson nei film Marvel, ma almeno abbiamo potuto salutarla come si deve.

    Piace a 1 persona

    • Esatto hai detto due cose giustissime.
      1) come ci si può lamentare del metodo Marvel arrivati al 24esimo film e con tutte le serie in arrivo? Ormai abbiamo capito come funziona! Cioè ci stanno le critiche ma vanno contestualizzate
      2) Dopo Endame tutti a parlare di Stark e di Cap America ma la povera Vedova non c’è stato tempo di piangerla o omaggiarla come si deve. Un film era il minimo per un personaggio che, se pur sempre in sordina, è stata importante per tutta la saga.

      "Mi piace"

  3. Pingback: Aggiungi un posto a tavola – Lapinsù

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...