JURASSIC WORLD – PERCHÈ SI, PERCHÈ NO, PERCHÈ AVERE UN RAPTOR PER AMICO

Della serie meglio tardi che mai [in realtà sono andato Sabato scorso ma solo ora ho trovato il tempo di parlarne], sono andato a vedere finalmente JURASSIC WORLD quarto capitolo della fortunata saga lanciata da Steven Spielberg nel 1993 con il primo indimenticabile JURASSIC PARK [e qui ci stanno gli applausi].

Come per il precedente JP3, anche questo film vede un altra persona in cabina di regia, dato che Spielberg si è dato alla macchia dopo essere stato accusato dal popolo del web di aver cacciato e ucciso un povero dinosauro indifeso [ma giustamente. Cattivo Spielberg!].

steven-spelberg-hunter

Steven Spielberg, l’uccisore di dinosauri.

A dirigere JW troviamo invece Colin Trevorrow, regista “esordiente” qui alla sua seconda pellicola di rilievo dopo SAFETY NOT GUARANTEED uno dei tanti gioiellini indipendenti mai arrivati in Italia [so sad].
Comunque, siccome avrete ormai letto di tutto e di più sul film e siccome il primo JURASSIC PARK [applausi prego] è uno dei miei film preferiti di sempre e mi sento coinvolto sentimentalmente ed emotivamente così tanto che non riuscirei a fare ordine alle cose che mi passano per la testa, farò un semplice elenco delle cose che secondo me funzionano e quelle che no.

Ah, ovviamente le seguenti ciance sono ricche di spoiler, procedere con cautela.

Indominus Che?: l’idea di introdurre la manipolazione genetica per creare dei dinosauri costumizzati mi faceva accapponare la pelle, alla fine però viene giustificata a dovere col fatto che dopo più di 20 anni i dinosauri sono passati un po di moda e bisogna trovare il modo per aumentare il fattore “wow” e convincerle le persone ad andare al cinema.
Cioè PARCO, volevo dire parco!

MacGuffinus Rex: ma nonostante sia pubblicizzato a destra e a manca, l’Indominus vattelapesca non è il protagonista del film, è solo la “scusa”, il motore che fa partire la storia e che vedrà i vecchi e classici dinosauri emergere come non mai! Com’è giusto che sia, perché “sono già WOW” [frase che andrebbe scritta su tutti i muri dei bagni del Jurassic World!], quindi l’iRex [marchio registrato Apple] non è altro che il MacGuffin che da il via all’avventura di JW.

iRex

Jurassic Wolrd. Think Different.

SuperDino: però però, mi sa che hanno un po esagerato con questa nuova creatura. L’Indominus Rex è praticamente un dinosauro coi superpoteri! Inoltre tutte le sue abilità sono giustificati un po alla buona:
-“l’Indominus cambia colore!
-“Ah si, abbiamo usato il DNA di un posterdati per il fattore antani. Sarà un effetto collaterale.
-“Ah, ok.

Fanbase: il fatto che nel film ci siano molti “fan” dei dinosauri che li rispettano e li trattano come si deve mi piace molto. Fanno da contraccolpo ai vari magnati e mercenari che li vogliono solo sfruttare [cosa che accadeva già nei precedenti film]. Inoltre sono convinto che il personaggio Jake Johnson [l’informatico friend-zonato che lavora nel centro di comando] rappresenti tutti i fan del vecchio JURASSIC PARK [applausi];

Apatosaurus: la scena dell’Apatosauro è molto toccante. Mi è piaciuta molto, specialmente per l’impatto che avrà su alcuni personaggi;

jurassic-world-apatosaurus

Wait…dovè che ho già visto questa scena?

the-land-before-the-time-mother

Oddio no! Vi prego NO! 😦

Resequel?: JURASSIC WORLD fa da sequel diretto a JURASSIC PARK [altri applausi please], ma cosa significa veramente? Nel film ci sono molti riferimenti al primo JP mentre non c’è nessuna menzione ai fatti accaduti ne IL MONDO PERDUTO e JURASSIC PARK 3. Se è possibile ignorare JP3 [a parte gli Pteranodonti che emigrano a fine film], il T-Rex a spasso per San Diego alla fine del secondo è impossibile che non venga menzionato. Inoltre in JW viene detto più volte che “il sogno di John Hammond è stato portato a termine“. Ma manco per il cazzo! Dopo il primo film Hammond diventa un animalista, dice chiaramente che le creature che si trovano a Isla Sorna [il sito B] devono essere lasciate vivere in pace [tant’è che cerca di ostacolare il nipote a capo della InGen]. Anche se non è stato detto ufficialmente, per me hanno ignorato bellamente i due film precedenti e creato un sequel che vada a raccontare una storia totalmente diversa [come fatto con STAR TREK, X-MEN o il prossimo TERMINATOR]. In poche parole Isla Sorna non è mai esistita.

Jurassic Easter Eggs: che se non li avete notati siete pessimi! Il film è pieno di riferimenti al primo film, alcuni facili da scovare mentre altri destinati ai palati più esperti. Durante il film si possono trovare la statua dedicata a John Hammond, una riproduzione gigante dell’ambra che è al centro della clonazione dei dinosauri, il simpatico DNA che faceva lo spiegone nel primo film, l’appetitosa capra che viene data in pasto al T-Rex, il suddetto che viene attirato da un bengala luminoso [scena tra l’altro spaventosissima e cazzuta allo stesso tempo], il cartello che indica il porto, il simpatico [come un dito in quel posto] Dilofosauro che rompe le palle anche in versione ologramma, c’è la scena con l’Apatosauro moribondo che ricorda molto quella con Alan e il Triceratopo [e la montagna di merda], i Galliminus che scorrazzano liberi nella prateria, uno scheletro di Spinosauro che viene giustamente calciaculato dal T-Rex, c’è addirittura una scena ambientata tra i resti del vecchio parco dove troviamo una miniera di easter eggs come la vecchia jeep grigio/rossa [anche se io ho sempre amato quella verde/gialla], gli occhiali notturni con cui giocava Timmy, lo striscione “When Dinosaurs Ruled the Earth” e tante altre chicche chiccose;

Doctor Wu: che io l’ho sempre visto come una persona brava e mossa dalle migliori intenzioni e invece è un bastardo forse peggio di D’Onofrio! Non me lo aspettavo;

Mosasauro: Il Momasauro spacca! Zitto zitto si è conquistato la gloria e il rispetto di tutti!

Cast: Chris Pratt l’ho trovato molto simpatico e amabile [per quanto cerchi di fare il duro], visto il tipo di film penso che sia perfetto come protagonista, la sottovalutatissima Bryce Dallas Howard, un mistero come riesca a correre per tutto il parco in gonna e tacchi alti, Vincent D’Onofrio, a dir poco bidimensionale il suo personaggio, ma è un militare, non c’era molto da dire, Omar Sy lanciatissimo nel ruolo di comparsa, ormai a Hollywood lo chiamano solo per dire qualcosa in francese di tanto in tanto, Irrfan Khan mi sta sempre di più sulle palle e il suo Tony Stark indiano l’ho trovato al quanto confusionario [non si capisce se è buono o cattivo, di sicuro ha fatto la fine che si merita], Judy Greer, altra eterna attrice secondaria nonché mamma peggiore dell’anno, Brian Tee molto convincente come cibo giapponese per dinosauri, Ty Simpkins il ragazzino asciuga maroni di IRON MAN 3 finisce per asciugare i maroni anche in questo film, Nick Robinson invece è un po meno fastidioso ma sembra perennemente che scimmiotti Tom Hardy e non capisco perché, Katie McGrath [l’assistente/babysitter] non fa praticamente niente nel film ma è quella con la morte peggiore di tutte.

Tra l’altro [Katie McGrath a parte] praticamente tutti questi attori hanno partecipato ad almeno un cinecomic. La cosa mi fa rabbrividire.

Effetti Speciali: i dinosauri sono resi molto bene ed è lodevole che dopo tanti anni si sia deciso di usare ancora degli animatronic qua e là…però la differenza si vede e tanto anche! Inutile discuterne, il primo JURASSIC PARK [applausi scroscianti] resta uno dei film con gli effetti speciali più omogenei di sempre.

How To Train Your Raptor: argomento spinoso. Nei precedenti film i Velociraptor sono stati sempre rappresentati come i più cattivi e feroci dinosauri mai esistiti, anche peggiori del T-Rex. Poi è arrivato Star-Lord che improvvisamente è riuscito ad ammaestrarli…..
Sarò onesto, la cosa mi ha fatto storcere moltissimo il naso all’inizio, anche se durante il film si vede che non li ha proprio addestrati [tant’è che provano ad attaccarlo più di una volta] resta il fatto che i Raptor sono stati snaturati moltissimo da come ce li ricordavamo.

Poi però ho pensato che NON ME NE FREGA UN CAZZO perché Chirs Pratt si ritrova ad avere una squadra di Velociraptor contro l’Indominus pinco pallino e nessuno può restare indifferente davanti a tutto ciò!!!

È vero, c’è JURASSIC PARK [applausi Indomini], c’è la mitologia, il rispetto per l’opera originale ecc ecc….ma resta il fatto che si parla di dinosauri! Si parla di un film d’avventura! Si parla del bambino che alberga dentro di noi e si ritrova a vedere una mega battaglia tra un Super Dinosauro con Super problemi con Superpoteri e un team di Velociraptor che si ribella per difendere il loro Alpha! Ci sono rimasto male per ogni Raptor che è stato fatto fuori dal I-Rex, ma poi sono saltato subito sulla poltrona per l’entrata in scena di Blue, il Rapotro preferito di tutti ormai!
Per non parlare poi dell’ingresso a sorpresa [ma neanche tanto] del RE di questa saga giurassica, ovvero il T-Rex la cui entrata in scena fa presagire l’arrivo di satana in persona! E infatti di li a poco si scatena l’inferno tra l’Indominus, il T-Rex e il piccolo Blue!
L’orgasmo non era previsto, ma c’è stato!

raptor_of_the_galaxy

C’è già in programma un cross-over ovviamente!

Vorrei mettermi a parlare delle centinaia di critiche lette su internet, per carità ognuna giustificata e comprensibile. Vi capisco davvero! E anzi, condivido ogni singola parola detta contro questo film! Ma non posso negare di essere uscito elettrizzato dalla sala, perché anche se non è degno del primo film [ma veramente, qualcuno lo credeva possibile?], anche se è “senz’anima” e anche se non rispetta la saga originale, è innegabile che Colin Trevorrow abbia confezionato uno spettacolo per tutta la famiglia e sicuramente uno dei film più divertenti di questa noiosa estate!

Poi come sempre ognuno è libero di pensarla come vuole.
Il primo JURASSIC PARK [90 minuti di applausi] mi aveva fatto letteralmente innamorare, questo JURASSIC WORLD invece non sarà amore, ma è stata una bellissima avventura estiva.

E comunque lo voglio anch’io un Raptor come guardia del corpo!

chirs-pratt-raptors

Troppa invidia per quest’uomo!

Annunci

6 thoughts on “JURASSIC WORLD – PERCHÈ SI, PERCHÈ NO, PERCHÈ AVERE UN RAPTOR PER AMICO

  1. “Cioè PARCO, volevo dire parco!”
    Ho riso. Tanto. E non solo per questa.
    Grazie.
    Più o meno sai come la penso io, quindi sai anche che la pensiamo più o meno allo stesso modo.
    D’accordissimo anche su Jake Johnson.

    Liked by 2 people

    • Assolutamente, ho amato la tua recensione proprio perché al contrario di molte altre che ho letto andava oltre il semplice film e le ovvie altissime aspettative ma lo prendevi per quella che era veramente: un “semplice” film d’avventura con i dinosauri!
      Grazie a te 🙂

      Liked by 1 persona

  2. Bellissima recensione, particolarmente avvincente nell’aver appositamente ricercato un confronto non ovvio con i due film di Spielberg e soprattutto nel non essersi banalmente adagiata in un confronto troppo facile: come già avevo avuto di apprezzare questo elemento nel post di Zack, così anche qui, con forme diverse, ritrovo quell’autonomia di pensiero che in tante altre occasioni ha permesso a lui ed a te di fornire un punto di vista disincantato.
    Essere elettrizzato, come dici, non preclude lo spirito critico che ti fa constatare le ovvie differenze tematiche e stilistiche tra questa avventura nel parco e quelle della precedente trilogia, ma non nasconde nemmeno l’emozione che un sequel/reboot provoca al pensiero di nuove avventure,
    Alla fine quelli che vincono sono sempre i dinosauri!
    Sono proprio orgoglioso di aver selezionato con il tempo i blogger migliori su WP: mi risparmia fatica e mi regala divertimento intellettuale!
    Grazie!

    Liked by 2 people

    • Grazie 1000 a te e alle tue sempre lusinghiere parole 🙂
      Pellicole come Jurassic World sono proprio i classici film difficili da “analizzare” e da accettare escludendo o comunque adeguando a dovere le alte aspettative nate dai ricordi o da film passati [cosa che a volte neanche io riesco a fare come nel recente e ingiustamente silurato Avengers: Age of Ultron].
      Alla fine il nostro amato Jurassic Park è sempre li, nessuno ce lo ha portato via, ma come dici tu c’è sempre spazio [ed eccitazione] per una “nuova avventura” 🙂

      Liked by 1 persona

  3. È un film leggero, estivo, ma soprattutto d’intrattenimento. Ok, non sarà paragonabile al primo film, ma alla fine ci si diverte per un paio d’ore. E poi vogliamo parlare del rallenty alla Baywatch di Blue quando spunta dal nulla alla fine? a quel punto ho riso parecchio.
    Ah, bellissima la tua recensione, ironica, divertente e completa 😉

    Liked by 1 persona

    • È esattamente quello che penso io, JW è stato un bellissimo film estivo per tutta la famiglia! Che non sia all’altezza del primo film è innegabile [ma non c’era neanche da porsi il dubbio, si sapeva che non lo sarebbe stato] ma è altrettanto innegabile che il film faccia il suo dovere: diverte e intrattiene. Non si poteva chiedere di più!
      Grazie dei complimenti 🙂

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...